Emergere tra le tante stelle che accorrono ogni anno al Festival di Cannes non è facile. Ma l’attrice francese Marion Cotillard ci è riuscita, merito di un abito all’avanguardia. Se abbiamo decretato Blake Lively la più bella, grazie all’eleganza con cui ha indossato dei capi griffati Gucci, possiamo dare la Palma della più innovativa a Marion Cotillard. L’attrice, arrivata a Cannes per presentare il film Deux jours, une neuit, si è presentata con un miniabito della Maison Martin Margiela Couture davvero particolare in quanto realizzato da bottoni, viti e pezzi di lattine. Il capo, che possiamo quasi definire una scultura, è stato realizzato in 67 ore e il materiale per crearlo è stato recuperato nei vari mercatini delle pulci tra Parigi e Bruxelles. Marion Cotillard ha indossato per completare l’outfit dei tronchetti spuntati neri e un’acconciatura raccolta che metteva in risalto il suo dolce viso. Data l’importanza dell’abito, non c’è stato spazio per collane o bracciali.

Marion Cotillard a Cannes 2014 abito Martin Margiela Couture
Marion Cotillard a Cannes 2014 abito Martin Margiela Couture

Arrivare al Festival di Cannes, da sempre sinonimo di classicità ed eleganza, con un abito cosi innovativo poteva essere una scommessa persa per Marion Cotillard. Ma la francese è stata promossa appieno, in quanto è stato proprio il fattore novità a prevalere. Marion ha trionfato non solo nella parte fashion del Festival, ma anche in quella cinematografica. Il film che la vede protagonista è stato accolto con applausi e critiche positive.  La Cotillard interpreta il personaggio di Sandra, una donna depressa che si imbottisce di Xanax che per tenersi il suo posto di lavoro deve riuscire a convincere i suoi colleghi a rinunciare a un bonus di mille euro, dopo che il capo ha chiesto ai dipendenti di votare per scegliere se licenziarla o perdere il bonus. Il film ha acceso la discussione sui social network ed è già considerato come uno dei principali contendenti della Palma d’Oro. Marion Cotillard ha ricevuto il  premio Oscar come migliore attrice protagonista nel 2007 per l’intensa interpretazione di Edith Piaf nel biopic La vie en rose. Da lì la sua carriera è stata un crescendo e ad oggi è una delle attrici più cercate a livello internazionale.

LASCIA UN COMMENTO