La cantante Amy Winehouse è morta. L’artista britannica, nata a Enfield 27 anni fa, il 14 settembre 1983, è stata trovata senza vita nel suo appartamento di Londra. Lo riferisce l’emittente Sky News. La polizia ha affermato di aver trovato il corpo di Amy Winehouse in un appartamento a Camden Square, nel nord di Londra, dopo la chiamata del personale del pronto intervento intorno alle 17 ora italiana. Da accertare i motivi del decesso.

Amy Winehouse E’ morta nel suo appartamento

La morte della cantante è stata confermata anche dalla sua casa discografica, la Universal. “Le nostre preghiere sono tutte per la famiglia di Amy, i suoi amici e i suoi fan”, ha detto un portavoce dell’etichetta. Voce straordinaria, la sua esistenza è stata caratterizzata da eccessi con alcol e droga, e da una grande solitudine. Una morte per certi versi annunciata.
Secondo il tabloid britannico “Sunday Mirror“, che cita fonti imprecisate, il decesso sarebbe stato causato da un cocktail di farmaci e droghe. Sky News rivela che quando i paramedici sono arrivati in casa della cantante, Amy “era al di là di ogni possibile aiuto”. La Winehouse, spiega l’emittente inglese, sarebbe morta per una sospetta overdose.
Il tabloid “Sun” ha aggiunto che gli amici della cantante negli ultimi tempi avevano più volte espresso preoccupazione in merito al suo “consumo di vodka, totalmente fuori controllo”. Nell’ultima settimana, secondo le fonti citate dal tabloid, Amy era svenuta tre volte in casa. Dopo la diffusione della notizia, folle di fan si sono radunate sotto la sua casa a Camden Square.

Le voci che speculano sulle circostanze che hanno portato alla morte della cantante Amy Winehouse sono al momento inappropriate. Lo afferma la polizia inglese. “Le indagini sono in corso – spiega un funzionario della polizia locale – per verificare le circostanze della morte. Possiamo confermare che il cadavere ritrovato è di Amy Winehouse, ma, al momento, non abbiamo riscontri certi sulle cause del decesso, né sono stati operati arresti collegati a quanto accaduto. Le voci di un decesso causato dall’ingestione di droghe e farmaci sono premature visto che non è stato ancora effettuato alcun esame autoptico”.

La morte di Amy Winehouse è circolata su Twitter poco dopo che due ambulanze sono arrivate a casa della cantante, alle 15.54 ora inglese. Tra i primi a commentare c’è stata la cantante e attrice Kelly Osbourne: “Non riesco a respirare, piango troppo, ho perso una delle mie migliori amiche. Ti amo per sempre Amy e non dimenticherò mai come eri veramente”.

Amici e colleghi la ricordano così:
Alec Baldwin si limita a commentare con “so sad” (così triste), Bryan Adams scrive “ci mancherai per sempre” e si moltiplicano le reazioni su Twitter delle star. La popstar Rihanna chiede a Dio di avere pietà e dice di “sentirsi male” per la scomparsa della collega. E Ricky Martin: “L’ho appena saputo. Provo dolore. Provo rabbia. Riposa bella ragazza riposa. Ora sei libera”. Demi Moore manda un pensiero alla famiglia della cantante e aggiunge: “Spero che la sua anima tormentata abbia trovato pace“.
Boy George: “Tristezza e rabbia” “Non posso contenere la mia tristezza e la mia rabbia per Amy Winehouse. Riposa in pace bambina, è un giorno profondamente triste, per molte ragioni”. Mick Hucknall, ex leader dei Simply Red la ricorda come “la più grande cantante che la Gran Bretagna abbia mai prodotto da molto molto tempo. Un così tragico spreco… le dedicherò una canzone stasera“.

LASCIA UN COMMENTO