A “La vita in diretta” una emozionatissima Noemi si racconta a poche ore dall’inizio del Festival di Sanremo 2016. Dopo averla vista sul red carpet con una camicia trasparente che le lasciava intravedere i seni, Noemi è pronta ad esibirsi e sarà la seconda concorrente di questa sera.

Sarò emozionatissima perché mi piace molto questa canzone ‘La borsa di una donna’. Spero di essere all’altezza della situazione. La borsa di una donna è lo specchio dell’anima, lo specchio degli occhi“: con queste parole Noemi dà il via alla 66esima edizione del Festival di Sanremo e lo fa parlando del suo brano dal titolo, per l’appunto, “La borsa di una donna“, e con un look che si rifà agli anni Settanta.

Una sexy Noemi sul red carpet dell’Ariston

Noemi outfit sexy ed elegante sul red carpet di Sanremo
Noemi

La stessa Noemi, che ieri sul red carpet all’Ariston ha sfoggiato un outfit sexy ed elegante composta da un completo pantaloni nero e una camicia trasparente dalla quale si intravedevano i seni, ha raccontato che si tratta di un brano molto autobiografico, che narra per certi versi i suoi ultimi anni, la sua borsa, la sua vita, il suo percorso tra musica e tv. Dentro questo oggetto si nascondono tracce di vita delle donne, dagli scontrini che non vogliono mai buttare a quello specchietto che serve per guardare anche la più piccola ruga. Leggendo il testo de “La borsa di una donna” si immagina che ogni donna possa davvero trovare tra le righe, gli oggetti della sua borsa, della sua vita. Noemi racconta il brano con queste parole: “Gli autori hanno capito che dalla borsa di una donna si può capire tanto, dentro infatti c’è tutta la sua vita“. Per quel che riguarda la cantante, affronterà questo Sanremo con uno spirito leggero e cercherà di fare del suo meglio divertendosi. Noemi arriva negli anni pari a Sanremo: ha partecipato, infatti, nel 2010, nel 2012, nel 2014 ed ora nel 2016. Ma si tratta di casualità o scaramanzia? “E’ il destino che ogni volta mi propone questi anni pari” ha dichiarato Noemi “Gli anni pari mi piacciono perché possono nascere nuove cose, nuovi numeri. Per questo seguo il destino ed i messaggi dell’universo“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here