E’ stato trovato morto nella sua casa di Long Beach il rapper Nate Dogg. Il cantante, 41 anni, aveva formato nel 1991 il gruppo 213 con Snoop Dog e Warren G, divenendo un elemento di spicco dell’hip hop americano. Tra le sue collaborazioni spiccano quelle con Tupac, Eminem e Dr. Dre. Da tempo era in gravi condizioni dopo essere stato colpito da due ictus.


Il motivo preciso della morte non è stato reso noto, ma in ogni caso Nate ha chiuso così il suo calvario che durava dal 2008. In quel periodo aveva avuti gravi problemi cardiaci che gli avevano escluso la mobilità di gambe e braccia.
Nate Dogg aveva debuttato con l’album di Dr. Dre “The Chronic” e dopo aveva lavorato con tutti i più grandi artisti della scena hip hop della west coast americana, realizzando quattro album in proprio, tra i quali il fortunato “Music & Me“.




LASCIA UN COMMENTO