Istrionica, poliedrica, divertente, allegra, vivace, simpatica, Monica Scattini era tutto questo e altro ancora. A distanza di 6 mesi dalla sua improvvisa scomparsa per un male incurabile, il ricordo di quanti l’hanno stimata e apprezzata è ancora vivo. Proprio per questo, il prossimo 27 luglio, nel corso del Magna Graecia Film Festival il patron Gianvito Casadonte ha deciso di renderle omaggio attraverso le testimonianze di Massimo Ghini, Alessandro Haber, Alessio Boni ed Ennio Fantastichini che saliranno sul palco assieme al direttore artistico, per un attestato di stima che va oltre la morte.

Il Magna Graecia Film Festival ricorda Monica Scattini
Monica Scattini

Nel corso della serata sarà anche proiettato “La foresta di ghiaccio” di Claudio Noce, film che racconta un incredibile mistero celatosi dietro l’apparente serenità di un piccolo paese alpino. Tra i protagonisti della pellicola – che sarà presentata dal regista Claudio Noce, già apprezzato per l’opera prima “Good Morning Aman” – calcherà il red carpet del Festival l’attrice Ksenia Rappoport, premiata due anni fa al MGFF con la colonna per la promozione del cinema nel mondo.
Martedì 28 luglio invece verrà proiettato  “La prima volta (di mia figlia)”  film con cui Riccardo Rossi, noto attore di tante fiction e pubblicità diventate un cult, ha esordito dietro la macchina da presa. Protagonista della storia Alberto, un medico della mutua, maniaco dell’ordine, separato da dieci anni e totalmente dedito alla figlia quindicenne, Bianca. Un giorno legge di nascosto sul diario che la sua bambina sta per fare l’amore per la prima volta e la sua vita si stravolge.

Oltre a Riccardo Rossi, il pubblico del Magna Graecia Film Festival avrà modo di conoscere anche due fra gli attori più richiesti del momento, Anna Foglietta, salita alla ribalta con il ruolo di Eva in “Nessuno mi può giudicare”, e Stefano Fresi interprete di successo in “Smetto quando voglio” di Sydney Sibilia, vincitore della scorsa edizione della kermesse. Entrambi sono stati protagonisti in quest’anno dell’ultimo film di Edoardo Leo, “Noi e la Giulia”.

LASCIA UN COMMENTO