Area Sanremo, concorso che apre le porte ai giovani per esprimere se stessi durante il Festival, ha aperto ieri le sue porte con le prime conferenze stampa ospitando tra gli altri anche Miele e Mahmood.

Tra gli altri è interventuto anche Stefano Senardi, il quale ha mostrato il suo entusiasmo per questa iniziativa, dicendo: “Parecchi di voi mi conoscono da parecchi anni, questa è la quarta volta che in trentanove anni non sono in veste di operatore discografico musicale ma sono in questo caso ex Presidente dell’orchestra sinfonica. Mi sono appassionato molto e dedicato con passione, ho voglia di continuare la mia attività come consulente“. Ovviamente i due artisti presenti, espressione della categoria Giovani, non potevano che concordare sulla buona riuscita di Area Sanremo.

Sanremo 2016: Area Sanremo, Miele e Mahmood in sala stampa
Area Sanremo conferenza stampa

Mahmood: “Dimentica è un brano autobiografico”

Sanremo 2016: Area Sanremo, Miele e Mahmood in sala stampa
Miele e Mahmood

Si prendano, ad esempio, le parole di Mahmood. Quest’ultimo è passato, grazie al suo brano “Dimentica” alla finale. Ovviamente si tratta di un’enorme emozione con lui che ha spiegato qualcosa sul suo percorso: “Avevo deciso questa estate di partecipare a Sanremo e ho preso il treno per Milano insieme a Miele. I corsi sono cominciati con i grandi della musica. Sono molto contento di aver intrapreso questo percorso, non mi sarei mai aspettato di arrivare fino a qua.” Nel suo passato ci sono anche altre esperienze nel campo televisivo, ma di altra natura come la partecipazione nel 2012 a X Factor. Come detto dal cantante: “Questa esperienza che sto vivendo adesso non è paragonabile. Lì portavo canzoni di altri, cantavo cover. Ho iniziato a scrivere testi miei da tre anni e per questo ho deciso di intraprendere questo percorso e portare sul palco la mia storia.” Mahmood spiega che il suo brano è autobiografico e che ha provato a trasmettere in esso la sua grinta e la sua determinazione. Ha detto: “Io volevo spiegare in una canzone che per arrivare ad un qualsiasi scopo nella vita bisogna solo rimboccarsi le maniche. L’anno scorso è stato l’anno di semina, quest’anno ho deciso che era il momento di raccogliere. Sono felicissimo di essere arrivato fin qua“. E sicuramente, visti i risultati, il messaggio è arrivato forte e chiaro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here