Le dichiarazioni di Elisa ospite quarta serata del Festival di Sanremo. Dopo Laura Pausini e Eros Ramazzotti, la 66esima edizione del Festival della Canzone Italiana ha avuto modo di far tornare anche Elisa in un anniversario importante per la sua carriera.

Enfant prodige della musica italiana, col primo disco pubblicato a soli 18 anni, Elisa ha raggiunto la sua consacrazione presso il pubblico più nazionalpopolare proprio con la vittoria a Sanremo nel 2001: in quel caso gareggiava con “Luce (Tramonti a Nord Est)” e si aggiudicò ben sei premi portando a casa ogni riconoscimento previsto per la categoria Big, oltre al premio principale. Elisa mancava dall’Ariston dal 2010: l’ultima volta vi tornò come ospite, anche se Luce vi fece ritorno con una versione jazz nella cover di Raphael Gualazzi nell’edizione 2013.

Elisa ospite Sanremo 2016 dichiarazioni
Elisa sul palco dell’Ariston Sanremo 2016

Un brano che la cantautrice non poteva non riproporre inserendolo in un medley italiano (con “L’anima vola” e “Gli ostacoli del cuore”) durante il nuovo passaggio sanremese, proprio come hanno fatto prima di lei in quest’edizione i colleghi Laura Pausini con “La Solitudine” ed Eros Ramazzotti con “Adesso Tu” e “Terra Promessa”. “Un’emozione fortissima ritornare qui. Di quell’anno ricordo che era stato tanto magico. Per la prima volta avevo cantato in italiano. Avevo paura di fare un passetto, ero giovane ed avevo 23 anni. E’ stata una cosa che mi ha cambiata molto, è stato bello” ha dichiarato Elisa all’Ariston parlando di Luce. Con No Hero Elisa è tornata a cantare in inglese come agli esordi, dopo l’ultimo album in studio “L’anima vola” interamente in italiano. “Per me fare ‘L’anima vola’ che è un disco tutto in italiano, è stato molto importante. Era un appuntamento che volevo tantissimo. Poi però l’inglese è la mamma della creatività, musicalmente dove sono nata” ha dichiarato Elisa. Proprio all’Ariston, la cantante ha presentato per la prima volta dal vivo con la sua band il brano che anticipa il suo prossimo album di inediti atteso in primavera e il tour previsto in autunno per cui sono già aperte le prevendite dei biglietti. “No Hero è un’iniezione di fiducia, il mio sogno è sempre stato quello di cantare in inglese e dunque canto in inglese. Non bisogna abbandonare i propri sogni, anche ora che ho un’età” spiega Elisa. Carlo Conti, infine, ha annunciato, insieme ad Elisa, che il nuovo album della cantautrice uscirà il 25 marzo e si intitola “On”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here