Beyoncé, vestita di bianco sulla riva.

La parole di Mufasa, da Il re Leone, in apertura, ci ricordano, sulle immagini di un cesto chiuso trasportato da un fiume, che “siamo tutti connessi nel grande circolo della vita”, arrivando a Beyoncé, vestita di bianco sulla riva. Si apre così Black is king, il visual album disponibile dal 31 luglio su Disney + che dipinge l’orgoglio dell’identità black, fra immagini, simboli e suggestioni.

Beyoncé: ci guida in un percorso poetico

Lo fa rivisitando i brani di The Lion King: The gift, il concept album pubblicato l’anno scorso dalla popstar, in occasione all’uscita nelle sale della versione live action di The lion King, nella quale Beyoncé aveva donato la voce alla lionessa Nala.
La cantante e attrice che è anche regista del visual album (fusione tra musica e immagini amata, più volte sperimentata dall’artista, e sublimata in Lemonade del 2016) con il supporto del coregista Kwasi Fordjour e di Emmanuel Adjei, Blitz Bazawule, Pierre Debusschere, Jenn Nkiru, Ibra Ake e Dikayl Rimmasch, ci guida in un percorso poetico.

Fra i coautori e cointerpreti anche il marito Jay-Z

Fra i coautori e cointerpreti con Beyoncé il marito Jay-Z, Pharrell Williams, Kendrick Lamar, Tierra Whack, Jessie Reyez, Tekno, Yemi Alade, Busiswa, Salatiel, Wizkid, Shatta Wale. Un viaggio mai tanto d’attualità viste le proteste del movimento Black lives matter, che vede da anni Beyoncé in prima fila, attraverso le sue canzoni e performance, non avendo paura di suscitare polemiche. Come durante la sua performance nel 2016 nell’intervallo del Superbowl con la coreografia, ispirata alle Black Panther, per Formation, brano che faceva apertamente riferimento nel video alla violenza della polizia contro gli afroamericani.

Beyoncé: ‘Black is king’


‘Black is king’ nato da un anno di lavoro e riprese in giro per il mondo. Da New York a Los Angeles, al Sud Africa, all’Africa Occidentale, da Londra al Belgio, re-immagina i temi de Il Re Leone “per accompagnare le giovani regine e i giovani re di oggi nel viaggio personale alla ricerca della propria corona”. Non mancano le guest star. Dalla famiglia, con Jay-Z la figlia di 8 anni Blue Ivy (che appare, fra le altre, in Bigger e Find you way back), la madre Tina Knowles-Lawson, Lupita Nyong’o, la cugina e componente con lei delle Destiny’s Child, Kelly Rowland, Pharrell Williams, la top model Naomi Campbell, e le modelle Aweng Ade-Chuol e Adut Akech.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.