Come fare la pizza in casa? Ecco come ottenere un impasto a regola d’arte

Come fare la pizza fatta in casa come al ristorante, senza difficoltà e perdita di tempo? I trucchi e i consigli della nostra chef

Come fare la pizza fatta in casa? La pizza piace a tutti e spesso la voglia ci assale quando non siamo in condizione di poter andare in pizzeria, o semplicemente vorremmo gustarcela nella comodità della nostra casa. Impariamo allora come fare la pizza fatta in casa in pochissimi passi.
Quantità per 2 teglie per forno medie o circa 30 pizzette:
250 gr farina 00
250 gr farina manitoba
un cucchiaino di sale
15 gr di lievito
2 cucchiaini di zucchero
circa 350 ml di acqua tiepida, la temperatura deve essere 36-37 gradi, praticamente dovreste poterci tenere il dito dentro senza sentire troppo calore.
Farina per impastare. Olio per ungere le teglie

Ecco come fare la pizza fatta in casa

Il procedimento è semplice, basta stare attenti a non fare un impasto troppo duro né troppo molle, ma vediamo come fare. In una grossa ciotola versate la farina e il sale e mescolate. In un boccale versateci l’acqua tiepida e i due cucchiaini di zucchero, poi sbriciolateci il lievito fresco. Potete usare anche il lievito secco ma diminuite la dose a circa 10 grammi. Lasciate che il lievito si riattivi nell’acqua zuccherata per circa 4 o 5 minuti, vedrete affiorare una specie di schiuma che vi indicherà che il lievito è vivo.

Ecco come fare la pizza fatta in casa: la lievitazione è la parte fondamentale dell’impasto della pizza per ottenere un impasto a regola d’arte

Come fare la pizza: Quando il lievito è pronto versate piano piano il liquido sulla farina e con la mano libera cercate di mescolare l’impasto dal centro della ciotola. Una volta versato tutto il liquido allora cominciate a mescolare a due mani l’impasto finchè vi risulterà un impasto grossolano. Passate l’impasto  su una spianatoia o una base rigida cosparsa di farina.

Ora dovete lavorare con la vostra forza la pasta cercando di seguire dei movimenti simili all’impasto della pasta. Impastate per almeno 10 minuti e aiutatevi con qualche cucchiaio di acqua tiepida se l’impasto dovesse risultare duro.

Quando avrete ottenuto un impasto abbastanza liscio ed elastica, mettetelo in una ciotola molto grande e copritela con la carta velina. Tenete l’impasto a riposare lontano da spifferi d’aria, per esempio in un armadio o nel forno chiuso.

Dopo circa un’ora l’impasto sarà aumentato di volume. Rimpastate il tutto e risistematelo nella ciotola per la seconda lievitazione. Aspettate circa un’altra ora. La lievitazione è a buon punto. Normalmente io la faccio lievitare anche 4 ore perchè la pizza risulti più digeribile.

Stendete una metà dell’impasto con il mattarello con uno spessore di circa 3 mm e posizionatelo nella teglia unta, facendo attenzione a ritagliare l’eccesso con un coltello. Per le pizzette potete usare un coppa pasta. La guarnizione è a vostra scelta: pomodoro e mozzarella, formaggio, provola e prosciutto crudo. Infornare la pizza per circa 20 minuti a 230 gradi. Controllate che la base sia ben cotta. Altrimenti infornate ancora per il tempo necessario. La pizza è pronta e buon appetito.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.