La moda non si ferma. Tutte le maggiori maison stanno programmando la loro prossima sfilata. Laura Biagiotti sceglie la capitale, Roma la città eterna.

Laura Biagiotti per la sua prossima sfilata sceglie una location d’elite straordinaria: il Campidoglio. Lavinia Biagiotti Cigna, figlia della fondatrice Laura Biagiotti, per la presentazione estiva ha scelto di abbandonare le passerelle milanesi per omaggiare Roma con un tributo straordinario. Una sfilata memorabile sulla  Scala Cordonata del Campidoglio disegnata da Michelangelo e i Due Dioscuri che la custodiscono. 

Lavinia Biagiotti Cigna parla della scelta del Campidoglio

Lavinia Biagiotti Cigna, presidente e Ceo di Biagiotti Group, in un’intervista riportata dal Quotidiano.net, dichiara:”Abbiamo pensato a restituire, a conservare capolavori irripetibili anche per superare il senso di impermanenza della moda. Noi combattiamo sempre contro il tempo e in fondo la moda è un foglio bianco sul quale disegnare il futuro. La storia della nostra azienda e quella della famiglia Biagiotti sono intrinsecamente legate a Roma. In un gioco di rimandi tra etica e estetica, che ricorda quello delle grandi famiglie rinascimentali. Il nostro amore viene rappresentato dal profumo Roma di Laura Biagiotti, diventato nel tempo una fragranza iconica amata da milioni di donne e uomini in tutto il mondo” .

La città eterna cornice della sfilata della maison.

Proseguendo l’intervista, come riportata da “Io donna”, il CEO della Maison Biagiotti continua: “Proprio il successo di Roma ci ha permesso di essere tra i primi della moda a realizzare un grande restauro nella Città Eterna“. Continua poi il Ceo della Biagiotti Group: “Ringrazio infinitamente la sindaca di Roma, Virginia Raggi e le istituzioni. Esse in uno scenario complesso quale l’attuale hanno accolto con slancio il progetto di ospitare la sfilata Laura Biagiotti sulla Piazza del Campidoglio. Un palcoscenico internazionale per un evento fortemente legato a Roma e ai suoi valori, sostenuto da un grande senso di responsabilità nel prendersi cura delle persone e del territorio“.

Lavinia Biagiotti Vigna: “Siamo stati i primi a sfilare a porte chiuse

Siamo stati i primi a sfilare a porte chiuse lo scorso febbraio agli inizi della pandemia, per tutelare collaboratori, addetti ai lavori e ospiti. Per testimoniare sempre che la moda non è solo spettacolo o appuntamento ma anche e soprattutto forza propulsiva della nostra economia“.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.