Francesca Testasecca ricevette la nomina di Miss Italia nel 2010. Da allora, il pubblico ha imparato a conoscerla specie grazie alla sua partecipazione al talent “Ballando con le Stelle“. Nello show, la sua sensualità e il suo impegno l’hanno premiata con il terzo posto. Non passa di certo inosservata la sua bellezza, il suo corpo e la sua presenza dalle tinte tipicamente mediterranee. Quella forma fisica che tanto salta all’occhio, però, non è stata ottenuto facilmente da Francesca che ha sofferto a lungo a causa di una cura ormonale. La suddetta cura le è costata un considerevole aumento di peso, di ben 15 kg, che ha faticato molto a perdere di nuovo. Una volta tornata al suo aspetto originario, la Testasecca ha preso una drastica decisione riguardante il suo abbondante seno: quella di ridurlo. La sua scelta, però, si è rivelata parzialmente infruttuosa giacché il seno è ricresciuto rendendo vana l’operazione.

Francesca-Testasecca
Francesca Testasecca

Francesca Testasecca e l’infruttuoso intervento di riduzione al seno

Questo è ciò che lei stessa ha raccontato al magazine Diva e Donna:

“E’ vero, i risultati non si vedono più: l’anno scorso da una quinta ero passata a una terza, ma nel giro di pochi mesi sono tornata a una quarta abbondante, quasi una quinta. Ho sempre avuto un seno importante, come mia mamma, e a volte l’ho vissuto come un problema. Non ero a mio agio, poi avevo i solchi del reggiseno sulla pelle e temevo, alla lunga, di avere problemi alla schiena, come successo a mia madre. Per questo avevo deciso di fare l’intervento.”

L’ex-Miss Italia replicherebbe l’intervento? Assolutamente no!

Sulla possibilità di replicare l’intervento, però, l’ex-Miss Italia Francesca Testasecca si mostra categoricamente contraria. L’esito del primo è stato sufficiente a farle cambiare idea e a farle capire che ciò che davvero doveva fare era accettarsi per com’è. Così commenta:

“Non me la sento. E’ un vero e proprio intervento in anestesia generale. Quindi terrò il seno così: ho imparato ad accettarmi. Forse sono un po’ fuori dai canoni standard di bellezza, ma pazienza. Sono una taglia 44 sopra e 42 sotto.”

Questo non inficia in alcun modo la sua bellezza, anzi, fa parte di essa. Sicuramente aver acquisito consapevolezza delle proprie forme vuol dire adesso vivere più serenamente il rapporto con il suo corpo. Corpo al quale, d’altra parte, non si può dir nulla.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here