Una delle uscite al cinema più interessanti della settimana viene dalla Francia, sotto la direzione di uno dei suoi ormai noti e giovani registi: François Ozon dirige il filmGiovane e Bella”, che si avvale della bella e sentita presenza della giovane Marine Vacth nei panni di una giovane adolescente, Isabelle, che decide di prostituirsi scegliendo clienti più grandi di lei attraverso i social network e il web, spinta da motivi sconosciuti su cui il regista tenterà di fare luce. La pellicola si trasforma in un’occasione per analizzare anche il complicato e affascinante mondo dell’adolescente, con tutte le sue sfumature e aspetti che segnano la vita di un giovane in formazione.

Al cinema “Giovane e Bella”, il nuovo film diretto da François Ozon
Giovane e Bella il film di Ozon

Il film è stato presentato in anteprima e in concorso al Festival di Cannes di quest’anno e che insieme all’altro film “La vita di Adele” vincitore della Palma d’Oro, ha dato già un po’ da parlare considerando le tematiche e le tante scene osé. Qui poi in Italia considerata anche la fresca vicenda delle baby squillo romane, è molto probabile che ne sentiremo magari parlare anche ancor più del dovuto dopo l’uscita in sala. A giudicare però dalla prime recensioni il film sembra promettere bene, fedele sempre allo stile e alla poetica dell’autore.
Dopo aver diretto “Nella Casa”, film che vede protagonista un’adolescente che si diletta a scrivere storie traendo spunto da situazioni e persone reali guidato dal suo insegnante di lettere, Ozon torna nuovamente a parlare di giovani scegliendo come punto centrale della sua pellicola un’adolescente fresca dei suoi diciassette anni e alle prese con le sue prime pulsioni sessuali.
Se amate Ozon e avete una certa predilezione per i film francesi più drammatici, con il desiderio di lasciarvi un po’ stupire allora è il film che fa al caso vostro.

1 COMMENTO

  1. Direi proprio che è un film da non perdere !!! Bellissima e sensuale (molto sensuale) la protagonista Marine Vacth che sfoggia un fisico da incanto. La tematica trattata poi è sicuramente di scottante attualità. Un plauso al grande regista Ozon al quale auguro un grande successo con questo ed altri film. Complimenti ad Elizabeth per questo articolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here