E’ bufera da qualche giorno sul presentatore di Uno Mattina Tiberio Timperi, che durante la puntata del programma di sabato 18 ottobre 2014, si è lasciato sfuggire una bestemmia andata in onda. Dopo critiche e opinioni di ogni colore sul web, il conduttore ci ha tenuto più volte a scusarsi: “Vi devo delle scuse perché è andata in onda, anche se sottovoce, una mia imprecazione della quale mi scuso con tutti quanti voi, perché non fa parte del mio costume“, ha così sottolineato più volte nella puntata seguente di domenica 19 Ottobre 2014.

Tiberio Timperi bestemmia ad Uno Mattina, puntata del 18 ottobre 2014
Tiberio Timperi bestemmia ad Uno Mattina, puntata del 18 ottobre 2014

Tiberio Timperi bestemmia a Uno Mattina – Nella puntata di sabato infatti Tiberi ha sbagliato nell’annunciare un ospite in studio: commesso l’errore, ha sottolineato di aver sbagliato e si è lasciato sfuggire sottovoce una bestemmia, preso dalla rabbia. Intanto la Rai ha mandato la schermata nera, per poi ricollegarsi: l’errore però è stato quello di far ripartire la sigla senza tagliare la parte incriminata ma mandando in onda la stessa identica scena e quindi ancora una volta la bestemmia. Solo dopo la pubblicità, è andato in onda l’annuncio corretto e senza bestemmia. Insomma il conduttore non sembra essere stato l’unico ad aver commesso errori.

Intanto dopo le scuse di Tiberi, si parla già di sanzioni rigide e il Codacons si è già fatto sentire: “Conduttore, autori e montatori del programma di Rai 1 Unomattina in famiglia devono essere immediatamente sospesi dalle loro funzioni, si tratta di un episodio gravissimo accentuato dal fatto che, trattandosi di un intervento registrato, la bestemmia avrebbe potuto e dovuto essere tagliata“, l’associazione quindi non risparmia il conduttore, che tuttavia cerca di prendere le sue parti.

“E’ giusto che sappiate che si tratta di un incidente, un increscioso incidente, , faceva parte di una registrazione che non doveva andare in onda“, ha tenuto a precisare sempre Tiberi, ma a Viale Mazzini Giancarlo Leone già pensa alle sanzioni da prendere entro lunedì.

LASCIA UN COMMENTO