Lorella Cuccarini, dopo la recente delusione avuta da Raffaella Carrà, invece di vederla in tv come giudice al nuovo talent show “Forte forte forte”, la troveremo molto presto in teatro. Sin dalla notte dei tempi, le favole hanno sempre rappresentato e rappresentano nuovi spazi nell’immaginario infantile, giovanile, ma anche degli adulti. Spazi abitati da personaggi e luoghi fantastici, come principesse, eroi, stregoni, gnomi, briganti, giganti, angeli e demoni. E’ ormai generalmente accettato che il bisogno (non solo) infantile di fantasticare è necessario oggi come lo è stato in ogni tempo! I protagonisti delle fiabe attraverso le loro voci narrano i sentimenti degli uomini. Avventurandosi con i personaggi in un mondo di chimeriche avventure, ognuno di noi, anche se in forma simbolica viaggia attraverso la fantasia! Il teatro diventa così il regno immaginario dove la favola può compiersi, dove ognuno di noi può impersonare un’altra persona.

lorella cuccarini al teatro brancaccio di roma musical rapunzel

Ebbene dopo il grande successo del Musical Peter Pan, per ben quattro volte biglietto d’oro, il Teatro Brancaccio di Roma, decide di mettere in scena, un altro magistrale musical, si tratta di Rapunzel, tratto dalla fiaba dei Fratelli Grimm. Rapunzel sarà interpretato da Alessandra Ferrari, (attrice nelle fiction dei Cesaroni, e in Centrovetrine) protagonista positiva della fiaba che rappresenta il bene, mentre il ruolo di Madre Gothel, è stato affidato alla biondissima showgirl e attrice Lorella Cuccarini e raffigurerà il male. Ma conosciamo il personaggio di quest’ultima attraverso la sua stessa descrizione:

Ebbene si: sarò madre Gothel (la madre cattiva) al Teatro Brancaccio nel musical Rapunzel. Un ruolo che rappresenta per me l’ennesima sfida! Tornare a teatro mi emoziona; farlo in un ruolo tanto atipico e impegnativo mi stimola ad andare ancora una volta oltre me stessa. Ho avuto bisogno di tempo per decidermi, nella scelta è stato determinante il fatto di poter lavorare con Maurizio Colombi. Sono felice anche di essere nella squadra di Alessandro Longobardi, che ha messo in piedi una produzione tanto ambiziosa”. 

La regia del musical è assegnata al regista Mauro Colombi (super premiato per aver ricevuto numerosi premi, quali Vittorio Gasman, Riccio d’Argento, Biglietto d’oro). La fiaba è incentrata sul rapporto conflittuale e generazionale che si crea tra madre e figlia, il desiderio da parte della protagonista di fermare il tempo che scorre inesorabilmente. Rapunzel si allontanerà dalla sua casa per incontrare il destino, scoprendo il sentimento dell’amore, e Madre Gothel la seguirà riscoprendosi una madre che non accetta i cambiamenti. Attraverso questa continua ricerca della propria identità, la giovane eroina scoprirà che bellezza e vanità sono sentimenti effimeri, destinati a svanire nel tempo, e che il sentimento che merita importanza è la sincerità.

Si preannuncia uno spettacolo accogliente e incantevole che conquisterà i cuori e i sogni di grandi e piccini e andrà in scena dal 18 dicembre 2014 al 25 gennaio 2015. Sarà una fiaba natalizia definita da Mauro Colombi: “Come il volo di Peter Pan sul pubblico, dice il regista, in Rapunzel ci saranno altrettanti effetti emozionanti come i capelli magici e illuminati lunghi 10 metri e le lanterne volanti sul pubblico”.

LASCIA UN COMMENTO