Teatro news – “La ragazza con l’orecchino di perla” uno dei dipinti più famosi di Jan Vermeer diventa uno spettacolo teatrale. In scena dal 23 gennaio al 2 febbraio (dal giovedì alla domenica) all’Accento Teatro di Roma Gabriele Manili dirige L’Orecchino di Vermeer. Sul palco del teatro di Testaccio è in scena Simona Zilli che, insieme a Fuliva Strano, accompagna per mano lo spettatore nella vita del pittore olandese.

Teatro Accénto di Roma: L'orecchino di Vermeer
L’orecchino di Vermeer al teatro Accénto di Roma dal 23 gennaio al 2 febbraio

Una ragazza volta per tre quarti, con indosso un turbante e un orecchino di perla che pende dal suo orecchio sinistro. Un riflesso, quello dell’orecchino, che cattura l’attenzione grazie anche al misterioso sfondo nero in cui è racchiusa la ragazza. L’orecchino di Vermeer vuole entrare nella vita del pittore e scoprirne i segreti. La voce narrante di Fulvia Strano, storica dell’arte ed esperta di comunicazione e didattica artistica, accompagnerà gli spettatori alla scoperta del mistero dei quadri di Vermeer, Con estrema e coinvolgente passione si spiegheranno le tecniche di pittura ma anche i retroscena dalla sua vita. A raccontare gli intrighi che hanno accompagnato la nascita di uno dei quadri più famosi al mondo sarà la stessa protagonista del quadro, interpretata da Simona Zilli.
Un lavoro treatrale elegante e intenso che andrà in scena nello stesso mese in cui il quadro, in Italia, verrà esposto a Bologna a Palazzo Fava. L’orecchino di Vermeer è, dunque, un incontro tra due tipologie d’arte, la pittura e il teatro, portato sul palcoscenico in un’atmosfera “fuori dal tempo, dentro il mistero di un pittore straordinario e del suo immaginario pittorico.
dal 23 gennaio al 2 febbraio

Teatro Accènto di Roma

dal giovedì alla domenica

ore 21.00 domenica ore 18.00

info. 06.57.28.98.12 – [email protected]

Biglietti: Intero 13.00 + 2.00 (tessera associativa); Ridotto 10.00 + 2.00 (tessera associativa)
l'orecchino di vermeer teatro accento di roma

LASCIA UN COMMENTO