“Grillo vs Grillo”, il comico e il politico si confrontano a teatro. Lo showman porta in scena le due sue identità. Beppe Grillo a febbraio in scena al teatro Brancaccio di Roma.

Grillo vs Grillo, Beppe porta a teatro le sue due identità, il comico e il politico e le mette a confronto. Alla fine dei giochi ne rimarrà solo uno. Due sono gli appuntamenti in programma: Milano, dal 2 al 5 febbraio al Teatro Linear Ciak e Roma, dal 16 al 18 febbraio al Teatro Brancaccio. Lo showman torna quindi al suo primo amore, la commedia. Lo fa però con la solita arguzia, infatti non compie un passo indietro, rinunciando alla sua nuova identità di uomo di potere, anzi integra quest’ultima alla prima.

Beppe Grillo al Teatro Brancaccio di Roma

Il ritorno di Beppe Grillo al mondo dell’intrattenimento e della satira

Le due facce della medaglia grillina si affrontano e si confrontano, mettendo in risalto i vizi e virtù l’una dell’altra. Entrambe le personalità che Beppe presenta sono di “spettacolo”. Grillo si psicanalizza e psicanalizza il pubblico presente, cercando di dimostrare che non è lui ad essere cambiato, ma il modo in cui lo vedono le persone. Ripercorrendo la sua storia personale e della sua carriera, il fondatore del Movimento 5 Stelle porta sul palco robot, ologrammi e altre tecnologie, ridicolizzandole. Accenna inoltre anche a quelli che saranno i suoi progetti politici futuri e a come si evolverà il Movimento. Sono solo idee però di un personaggio famoso e nient’altro, dato che è il pubblico stesso, in maniera individuale che deve avere una visione personale delle cose. Di quello che nel Bel Paese ha ormai cessato di esistere e funzionare. Quindi, come di consueto, siamo davanti ad una comicità che fa riflettere, tipica di Grillo fin dall’inizio. In maniera disperata e tragicomica, perciò Grillo diverte e informa la gente su quello che non sa.

LASCIA UN COMMENTO