Dopo il successo ottenuto a Milano Christian De Sica l’11 marzo 2014 è arrivato nella capitale. L’attore ha portato al Teatro Brancaccio di Roma il suo spettacoloCinecittà“, regia di Giampiero Solari, che proseguirà fino al 13 aprile. Un musical che è un one man show, anche se in palcoscenico Christian è affiancato da una compagnia completa, ovvero un corpo di ballo con le coreografie di Franco Miseria e da un’orchestra di oltre 20 elementi diretta da Marco Tiso. Attore brillante quasi totalmente immerso in ruoli comici, De Sica interpreta i suoi personaggi da serissimo professionista. Cura e attenzione ai particolari caratterizzano tutti i suoi personaggi ed è diventato indispensabile nel panorama cinematografico di casa nostra, con risultati sempre coerenti alle alte aspettative di successo di pubblico.

Prima di Christian De Sica al Teatro Brancaccio di Roma 11 marzo 2014
Christian De Sica festeggia la Prima del suo spettacolo Cinecittà al Brancaccio di Roma

Lo spettacolo “Cinecittà” è composto da racconti di vita vissuta, monologhi poetici sulle figure nascoste che rimangono sempre dietro le quinte, divertenti gag su provini, sugli attori smemorati, sul doppiaggio improvvisato, ma anche canzoni evergreen e swing. Ad applaudire Christian De Sica alla Prima a Roma un gran numero di personaggi vip che l’attore ha voluto intrattenere anche dopo lo spettacolo con una cena a Palazzo Brancaccio per 200 persone preparata dagli chef Fabio Randazzo e Daniele Maragnani. Tra i presenti Franca Valeri, Carlo Verdone, Gina Lollobrigida, Lino e Rosanna Banfi, Pupi Avati, Corinne Clery, Barbara De Rossi, Eleonora Giorgi, Bruno Vespa, Giorgio Panariello, Giancarlo Leone, Monica Scattini, Michele Placido, Massimo Lopez, Anna Kanakis, Lillo e Greg, Patrizia Pellegrino. Durante la serata abbiamo avuto il piacere di intervistare oltre ad alcuni di quelli sopra citati Rosanna Cancellieri, Pippo Baudo, Elsa Martinelli, Roberta Beta, Emanuela Rossi, Pino Strabioli, Franca Rame, Ludovico Fremont e tanti altri.


Credito foto: Gianluigi Barbieri

LASCIA UN COMMENTO