Conosciamo già la “Gemini Rock Band” attraverso le loro canzoni che parlano di emozioni che raggiungono il cuore a ritmo di Pop Rock! I Gemini si contraddistinguono per essere un gruppo rock italiano, nato nel 2002, formato da Antonio Sambalotti, Marco Sambalotti, Andrea Sambalotti, una squadra vincente! Dopo una lunga esperienza live, nel 2011 la band realizza il primo progetto inedito, auto prodotto, dal titolo “PerasperAdastra“, che gli consentirà di esibirsi live con Ettore Diliberto (Leader della band Custodie Cautelari e ideatore de “La Notte delle Chitarre”), Ricky Portera, Maurizio Solieri, Cesareo, Alberto Radius, Mario Schilirò, e Max Cottafavi. Nello stesso anno, collaborano dal vivo con Andrea Braido e, negli anni precedenti, con ‘O Zulù dei 99 Posse ed il comico italiano Enzo Salvi. Nel 2012, ottengono il contratto discografico, l’EP dal titolo Fuori di testa”, targato Top Records, rimasto per circa 4 mesi tra i primi posti delle Classifiche Mondadori e Sorrisi e Canzoni.

Gemini Rock Band, intervista esclusiva a Gente Vip
Gemini Rock Band, intervista esclusiva a Gente Vip

L’album è stato registrato negli studi E.T-Team di Parma e masterizzato negli studi di ALBERTO RADIUS a Milano con la produzione artistica di Ettore Diliberto. Gli arrangiamenti dei sei brani presenti nel disco sono stati creati da Antonio Sambalotti e Andrea Sambalotti. Il brano “Senza Averti Accanto” viene scelto per partecipare a SANREMO SOCIAL, importante manifestazione musicale legata al festival di Sanremo, ricevendo molti consensi dalla giuria popolare.

La Rock Gemini  Band è impegnata anche nel sociale infatti si esibisce sul palco dell’EMILIA LIVE, importantissimo concerto di beneficenza organizzato a Parma per raccogliere fondi a favore dei terremotati emiliani per la ricostruzione di una scuola. L’evento per la sua importanza è stato trasmesso in diretta su ROXY BAR TV presentato da Red Ronnie. In quest’occasione la band riceve il Premio Bonifacio VIII, premiati da Mons. Giovanni D’Ercole.

La loro inarrestabile corsa verso il successo continua, con la loro esibizione perugina! A Perugia aprono lo spettacolo dedicato a LUCIO DALLA con PIERDAVIDE CARONE, RICKY PORTERA e CUSTODIE CAUTELARI. Sempre nel 2012 intraprendono una lunga collaborazione con Alberto Rocchetti dedicata al progetto “Liberi di sognare”, progetto ancora attivo. Nel mese di dicembre viene pubblicato sul web  “Per Sempre”, brano scelto per partecipare alle selezioni di SANREMO 2013.

E’ grazie all’etichetta discografica ET-Team, i Gemini volano a Londra negli ABBEY ROAD STUDIOS (I più famosi studi del mondo che hanno ospitato: BEATLES, QUEEN, DEEP PURPLE, U2 e tanti altri…) per effettuare il mastering del nuovo singolo “CHISSÀ CHE SARÀ” che darà anche il nome al nuovo EP. Il mastering è stato effettuato da SIMON GIBSON, vincitore del GRAMMY AWARD per il remastering dell’opera omnia dei BEATLES, oltre che engineer per ROBBIE WILLIAMS, U2, PAUL MC CARTNEY e tanti altri artisti del panorama internazionale.
Nel febbraio 2013 la band si esibisce al Mondadori Multicenter di Milano per lo Showcase del loro album “Fuori di testa” insieme ad un’altra grande artista del panorama italiano, Clara Moroni. Nel giugno 2013 esce il nuovo Ep dal titolo “CHISSÀ CHE SARÀ“. I 5 brani presenti nel disco sono scritti da Antonio Sambalotti e Andrea Sambalotti, arrangiati da Ettore Diliberto e realizzati grazie alla collaborazione musicale di: Tony Cordaro, Anna Portalupi, Salvatore Bazzarelli, Alessandro Mori. Il disco è targato TOP RECORDS, distribuito da EDEL, con la produzione artistica di Ettore Diliberto per Et team – Parma. A dicembre esce il nuovo singolo dei Gemini, una canzone romantica ed emozionante che accarezza il cuore! “Il mio ultimo passo oltre la siepe” scritta in collaborazione con Giorgio Michelangeli ed Ettore Diliberto.

Nel 2014 intraprendono una lunga collaborazione con Mario Schilirò chitarrista di Zucchero e altri artisti come: Anonimo Italiano e Tiziana Rivale. Durante l’estate 2014 si esibiscono in più di 30 concerti in tutta italia, molto seguiti dal pubblico, e aprono a Rieti il concerto del grande chitarrista americano Stef Burns. 

La Rock Gemini Band nell’intervista al leader Antonio Sambalotti in esclusiva a Gente Vip.

Quando avete capito che volevate formare un gruppo rock?
Quando abbiamo iniziato a scrivere canzoni. Abbiamo visto che era quella la strada giusta per noi. Ci restava solo trovare altre persone interessate al nostro genere e ai nostri brani e fortunatamente le abbiamo trovate nel tempo.

Quanto conta per voi il testo di una canzone rispetto alla musica?
Il testo e la musica devono essere un connubio perfetto. Un bel testo deve essere miscelato con una bella musica per riuscire a creare emozioni. Naturalmente il testo è importantissimo per noi ma anche un bell’arrangiamento. Diciamo che ci devono essere tutte e due le cose per far si che un brano crei emozioni.

La canzone che avreste voluto scrivere e perché?
Sally di Vasco Rossi. Secondo noi una delle canzoni più belle nella storia della musica italiana… Il perché è spiegato in questa frase “ la vita è un brivido che vola via…è tutto un equilibrio sopra la follia”

Un sogno che avevate da bambini e che avete realizzato?
Abbiamo sempre sognato di salire sopra un palco e di avere tanta gente sotto. Ultimamente ci stiamo riuscendo ed è un sogno che piano piano si sta avverando.

Un sogno che non avete realizzato?
Per ora quello di salire sopra il palco dell’Ariston a Sanremo. Anche se è da 3 anni che ci proviamo. Arriverà il momento giusto!

Le emozioni rappresentano le strade che ci conducono verso la nostra vera essenza: Noi stessi! In una recente intervista avete dichiarato: “Una canzone non deve essere perfetta, ma creare emozioni”. Quali sono le vostre emozioni?
Sì in effetti una canzone deve creare emozioni. Deve arrivare al cuore delle persone. Le nostre emozioni sono quelle che viviamo ogni volta che eseguiamo un nostro brano davanti alla gente. È un grande piacere vedere persone che si divertono, che piangono, che ridono, che cantano, che ricordano i momenti passati e sperano in sogni futuri … ecco …. Una canzone per noi è questo…

Avete mai pensato di sperimentare nuove forme artistiche, ad esempio cinematografiche?
Di recente abbiamo preso parte al cast artistico dello spettacolo teatrale di LUIGI GIANNELLIlettera di un giovane detenuto” al testo delle Muse in Roma, che racconta il carcere nelle sue forme più profonde. Per noi è stata un esperienza nuova esibirci in teatro. È sembrato di aver perso tutta l’esperienza che avevamo acquisito nel tempo sui palchi. Fare l’attore e in contemporanea il musicista o il cantante è una cosa veramente difficile, ma ce la siamo cavata egregiamente sotto le note del nostro brano “Tu solo resterai”

Avete un nuovo disco in uscita, di cosa parla e a chi è dedicato?
Abbiamo tante canzoni pronte ad essere buttate nella mischia. Stiamo registrando nuovi brani, nuove idee per adesso. Spero che nel 2015 riusciremo a finire il lavoro. Sicuramente il disco parlerà di vita attuale, anche autobiografico se vogliamo. E lo dedicheremo a nostra madre purtroppo scomparsa all’età di 55 anni, per tutti i sacrifici che ha fatto per noi e per esserci stata sempre..in prima fila… nel bene e nel male … come quando si va ad un concerto del proprio beniamino….e sicuramente lo ascolterà anche da lassù!

C’è stata un’evoluzione del disco rispetto a quelli precedenti?
Sicuramente l’evoluzione sarà quella di mischiare il rock ai suoni elettronici, diciamo un po’ quello che stanno facendo parecchie band già famose oggi. Siamo alla ricerca di un suono più nostro che ci possa identificare nel tempo. Il lavoro è duro ma come sempre ce la faremo. Stiamo lavorando sodo ed avremo dei collaboratori seri e professionali che ci aiuteranno nelle creazioni. Una specie di Squadra!

Lo stile o la forma sono mutati? Potete darci qualche anticipazione?
Come dicevo prima, useremo più suoni elettronici sempre mischiati al Rock. Questo per le canzoni più “Toste”. Poi ci sono anche molte canzoni cantautorali o pop se vogliamo. In quelle cercheremo di essere sempre più innovativi, forse stavolta anche con l’aggiunta di fiati e percussioni, ma tutto è ancora da decidere.

Qual è la vostra canzone preferita?
Dato che prima ho detto che Sally è il brano che avrei voluto scrivere, vi dico che uno dei nostri brani preferiti che spesso facciamo live è Anna e Marco di Lucio Dalla.

Se non fossero dei musicisti, chi sarebbe la Rock Gemini Band?
Una squadra di calcetto molto forte! La passione per il calcio è una cosa a parte la musica che ci accomuna tantissimo.

Quali nuove sonorità vi proponete di divulgare?
Sonorità moderne sicuramente, con nuovi ritmi e molto rock elettronico.

Vi siete esibiti anche all’estero al Nambucca di Londra. Com’era il pubblico? Interessato? Interessante?
Sicuramente nel Regno Unito la musica è vista come una grande forma artistica. E c’è molto rispetto per i musicisti. Sì il pubblico, anche se abbiamo cantato in italiano, è stato molto partecipe e per noi è stata un’esperienza molto interessante anche perché abbiamo masterizzato il nostro disco “Chissà che sarà” ai famosissimi ABBEY ROAD STUDIOS di Londra.

Parteciperete alle selezioni di Sanremo 2015, potete anticiparci qualcosa?
Sì, il 17 novembre saremo di scena al PALAFIORI di SANREMO, dove una giuria composta da Mogol, Siria, Dargen D’amico e presieduta da Roby Facchinetti, celebre tastierista, compositore e voce dei Pooh, selezionerà le future promesse della musica italiana. Quindi incrociamo le chitarre!!!

Il brano inedito che i Gemini porteranno a Sanremo (di cui la band non può ancora rivelare il titolo) è stato scritto in collaborazione con l’autore FERDINANDO PETITTI, nonchè ideatore, direttore artistico e regista del Gruppo Teatrale Anagnino, storico teatro dialettale arrivato al 33° anno di attività. Nell’attesa di questo importantissimo appuntamento della band, vi proponiamo il video del singolo “Il mio ultimo passo oltre la siepe”.

La Gemini Rock Band è raggiungibile ai seguenti indirizzi:
www.geminirockband.it
www.facebook.com/geminiband

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO