Venerdì 9 gennaio 2015, a Roma, in Via degli Stradivari, si è svolta l’ottava edizione del Premio Sette Colli Romanisti, una serata di gala, tra racconti e ricordi, dedicata ai tifosi giallorossi, che ha visto la presenza di un numerosissimo pubblico e molti personaggi vip appartenenti al mondo calcistico e non solo. Da Roberto Pruzzo a Guido D’ubaldo, da Antonio Giuliani a Kasper Capparoni.

Premio Sette Colli Romanisti 2015, Fabrizio Pacifici, Roberto Pruzzo ed Emanuela Tittocchia protagonisti dell'ottava edizione
Premio Sette Colli Romanisti 2015, Fabrizio Pacifici, Roberto Pruzzo ed Emanuela Tittocchia protagonisti dell’ottava edizione

La manifestazione è stata magistralmente condotta da Fabrizio Pacifici e dalla bellisssima attrice Emanuela Tittocchia, in un mini abito mozzafiato nero con decori in oro. Durante la serata sono stati consegnati numerosi riconoscimenti a volti noti che amano il calcio o che ne sono stati protagonisti. All’attore e comico Antonio Giuliani è andato il premio SPQR per l’impegno sociale, a Kasper Capparoni, in tv con la nuova fiction di Canale 5 “Solo per amore” il premio Romanista Vip.  Il premio Roma & Lazio,  in segno di fair play, è invece stato consegnato a Demetra Hampton, in total black. Al grande Roberto Pruzzo, assediato da fan, fotografi e giornalisti, è andato il Pallone D’Oro romanista.

Per restare nell’ambito dello sport, due volti appartenenti al calcio femminile: Maria Iole Volpi capitano e l’altra Maria Vukcevic bomber della Roma. Riconoscimenti per il tifo e per la sua grande professionalità nel giornalismo sportivo vanno a Guido D’Ubaldo come Voce Romanista, senza dimenticare Giancarlo Cadolini come Curva Sud e i campioni Antonio di Carlo, Emiliano Marsili e il Campione del Mondo di pugilato Nino La Rocca. Tra gli ospiti in sala Georgia Viero, Adriana Russo, Alessandro Serra, Cosetta Turco, Enio Drovandi, Francesca Stajano, Giuseppe Valletti. Ai presenti è stata offerta una cena con piatti della tradizione romana.

Da sottofondo alla serata le note del maestro Vittorio Lombardi al pianoforte, con una selezione di brani storici dedicati alla passione giallorossa, tra cui “Campo Testaccio” cantato durante il brindisi.

LASCIA UN COMMENTO