Per scovare le origini di questa tradizione londinese, dobbiamo risalire al 1838 quando la Regina Vittoria venne incoronata e istituì questo rito che da allora diventò un appuntamento fisso per tutti gli inglesi e per gli appassionati! Questa settimana Olimpia si sente molto “British” così ho deciso di dedicarle la decorazione di una tortina in occasione del suo appuntamento pomeridiano con le amiche a quattro zampe per un buon thè delle 5 e due chiacchiere spettegolose!

Torta alle banane di Olimpia ricetta
Torta alle banane di Olimpia ricetta

Torta alle banane ricetta ingredienti:
– 235 ml di acqua
– 2 banane mature
– 300 gr di farina integrale
– 1 uovo
– biscottini o crocchette (facoltativo)

Torta alle banane procedimento:

Frullare le banane e mescolarle a tutti gli ingredienti, in seguito aggiungere la farina e se volete dei biscottini per cani sbriciolati o delle crocchettine. Se l’impasto vi sembra troppo morbido aggiungere un po’ di farina, dipende dalle banane! Versare il composto in una teglia di circa 20 cm di diametro coperta da carta forno e infornare a 180° per circa un’ora. Fate sempre la prova stecchino, se infilandolo nella torta esce pulito vuol dire che è cotta. Ora sfornatela e fatela raffreddare bene. Se volete decorarla, quando è fredda copritela con la pellicola in modo che la pasta di zucchero (nociva per i nostri cuccioli) non entri in contatto con la torta! Io per esempio l’ ho ricoperta con la pasta di zucchero bianca, poi ne ho stesa un po’ verde tiffany e l’ ho ritagliata con il bordino orlato. Ora vi lascio qualche fotina che vi illustra i diversi dettagli delle piccole decorazioni (tutte in pasta di zucchero bianca o colorata) e alcuni passaggi che vi aiuteranno nella riproduzione delle stesse.

1. Per il piattino fare una pallina e appiattirla
2. Per la tazzina fare una pallina e creare un buco al centro come da foto
3. Per la teiera formate una pallina 4 volte più grande rispetto alla tazzina e appiattirla su due lati
4. Per i biscotti formare dapprima un serpentello con la pasta di zucchero marrone, tagliare dei piccoli pezzettini
5. Formare tutte palline e infine appiattirle

Accenni di storia e la somministrazione del thè ai cani

Gli inglesi con la Regina Vittoria non scoprirono niente di nuovo, infatti per conoscere le origini del thè dobbiamo viaggiare fino in Oriente, nella Cina del III secolo dove sono stati ritrovati i privi riferimenti testuali circa il consumo di questa bevanda. Esistono diverse varietà di thè, la pianta di partenza è sempre la stessa la Camelia sinensis, la quale viene però lavorata in diversi modi: nessuna fermentazione per le foglie di thè verde, i thè neri con le foglie completamente ossidate e gli oloong” con una fermentazione intermedia. Per quanto riguarda la somministrazione del thè ai nostri piccoli amici è da preferire quello decaffeinato poiché la caffeina è uno degli alimenti nocivi per i nostri cuccioli. Tuttavia diversi studi hanno dimostrato che il thè verde aiuta il loro sistema immunitario mentre il thè nero ha un effetto antinfiammatorio soprattutto per il loro tratto digestivo. Mi raccomando non esagerate nelle quantità e chiedete sempre consiglio al vostro veterinario di fiducia! A presto con nuove avventure.

LASCIA UN COMMENTO