La Nutella simbolo del nostro Made in Italy compie 50 anni e la Ferrero ha festeggiato a Napoli con un concerto di Mika. La storia della Nutella è legata al cioccolato Gianduia, che contiene pasta di nocciole. Il Gianduia prese piede in Piemonte. Il fondatore, Pietro Ferrero possedeva una pasticceria ad Alba, nelle Langhe, area nota per la produzione di nocciole. Nel 1951 nasce la Super crema, conserva vegetale venduta in grandi barattoli. L’intuizione geniale venne poi al figlio di Pietro, Michele Ferrero che, volle rinnovare la crema gianduia e commercializzarla in tutta Europa.

50 anni per la Nutella, la cioccolata più amata dagli italiani
50 anni per la Nutella, la cioccolata più amata dagli italiani

La ricetta base fu modificata e anche il nome che, da allora sarà “Nutella” basata sull’inglese “nut” che vuol dire nocciola seguito dal suffisso italiano “ella” per rendere il tutto più orecchiabile. Il nome e il logo vennero da lì a poco registrati e restarono immutati da allora. Il primo vasetto della favolosa crema alle nocciole fu prodotto dalla fabbrica il 30 aprile del 1964, ebbe un successo istantaneo e inaspettato che rimase invariato nel tempo. Sfido tutti a dichiarare di non avere almeno un barattolino di nutella in casa…Il cantautore Ivan Graziani le dedica addirittura una canzone, con alcuni consigli su come gustarla, seguita da metafore a sfondo sessuale seguendo il diffuso binomio cibo-sesso. La canzone si intitola ”La nutella di tua sorella“ ed è stata cantata insieme al grandissimo cantante romano simbolo della trasgressione dell’epoca Renato Zero, inserita nell’album Fragili fiori del 1996. Il grande genio del cinema Nanni Moretti nel film “Bianca “ con il suo Michele Apicella cerca di tenere sotto controllo la sua ansia con un barattolo di Nutella alto quasi 1 metro. Il suo slogan “Che mondo sarebbe senza nutella” è certamente azzeccato, sul pane, sulle fette biscottate, sulla pizza, da sola, la nutella sta bene in ogni dove, ci coccola nei momenti tristi e rende indimenticabili quelli da ricordare…

LASCIA UN COMMENTO