Una carriera piena di soddisfazioni e di tappe importanti quella di Marisa Del Frate, considerata la prima showgirl italiana a tutti gli effetti.  Si è spenta la mattina del 5 Febbrario 2015 nella sua casa romana: tre mesi di agonia sono stati i suoi, ma al suo fianco non è mancata la presenza dei suoi nipoti che non l’hanno mai lasciata sola. Nata l’11 Marzo del 1931, il prossimo mese avrebbe compiuto 84 anni.

Marisa Del Frate è morta, aveva 83 anni
La soubrette Marisa Del Frate è morta, aveva 83 anni

Marisa Del Frate si spegne nella sua casa a Roma: la showgirl era malata da tempo

Ormai lontana dal mondo dello spettacolo dopo la sua decisione di ritirarsi dalle scene per dedicarsi unicamente alla pittura e concedersi qualche piccola apparizione in tv, come quelle al fianco di Paolo Limiti in occasione di programmi dedicati alla storia della tv, la sua è una carriera indimenticabile che non ha trascurato nessun tipo di forma artistica grazie alle sue spiccate doti.

Indossatrice, cantante, imitatrice, ballerina e conduttrice, la carriera di Marisa Del Frate inizia come finalista a Miss Universo nel ’56 a Palermo, e poco dopo passa alla musica: partecipa al Festival di Napoli vincendo con la sua “Malincomico Autunno”, poco dopo è al Festival di Sanremo con “E’ molto facile dirsi addio” e con “Ho disegnato un cuore”.

Dalla musica al varietà: la carriera di Marisa Del Frate tra teatro e televisione, il sodalizio con Bramieri e Pisu

La sua popolarità inizia a crescere ed infatti la Del Frate riesce a conquistare il teatro e poco dopo anche la tv: comincia a lavorare con Macario per la rivista “Chiamate Arturo 777” e con Carlo Dapporto in “Monsieur Cenerentolo”, ma il grande successo è nel ’61 quando partecipa alla trasmissione cult della Rai “L’amico del giaguaro“, il quiz di Corrado che la vede recitare ed imitare insieme a Raffaele Pisu e Gino Bramieri. Nel ’63 Marisa Del Frate è al centro degli anni d’oro del varietà insieme a Paolo Ferrari ne “Il naso finto”, con Corrado e Sandra Mondaini in “La trottola”.

Con Bramieri e Pisu nascerà un fortunato sodalizio artistico che dalla tv la riporta al teatro con “Hobbyamente”, fino a raggiungere anche il grande schermo quando debutta con “Obiettivo ragazze” di Mario Mattioli, affiancata anche da Tony Renis. Negli anni ’70 l’improvviso matrimonio con Tonino Micheluzzi che l’allontana dalle scene, ma negli anni ’80 torna in tv per affiancare Raffaele Pisu in “Gran Bazar“, oggi considerata la prima televendita.

LASCIA UN COMMENTO