Il Mondiale di calcio 2022 è arrivato a un bivio importante, la sede della competizione non va bene, il Qatar scelto tempo fa come luogo della coppa potrebbe non essere la meta adatta, oppure potrebbe cambiare la data del torneo. La rivelazione è arrivata in maniera non ufficiale con le parole dell’ex presidente della Federcalcio tedesca Theo Zwanziger. Il membro del comitato esecutivo della Fifa non ha dubbi e quindi l’unica possibilità sarebbe lo slittamento della competizione in inverno; anche se dalle stanze dell’organo internazionale del calcio arriva la smentita. “Non credo che nel 2022 si giocherà in Qatar, fa troppo caldo”, ha commentato l’ex capo federale tedesco. Il Qatar, perciò, non sarebbe la meta ideale per i mondiali di calcio; una notizia non confermata che, però, era già stata anticipata indirettamente anche dalle parole di Joseph Blatter, non convinto del paese asiatico, anzi considerando la nomina “un errore”.

Il Mondiale del 2022 fa discutere, forse non si giocherà in Qatar
Il Mondiale del 2022 fa discutere, forse non si giocherà in Qatar

Mondiali di calcio 2022 notizie – Il membro della Fifa ha parlato a Sport Bild, riportando soltanto i propri dubbi, ma ovviamente, per il momento, non c’è nulla di concreto, anzi è stato solo il pensiero di un singolo membro della federazione internazionale; forse una convinzione diffusa tra molti dei soggetti votanti e presenti nella Fifa.
La scelta del Qatar è condizionata, infatti, dal clima e dalle temperature eccessivamente alte durante la stagione estiva, cioè il periodo in cui solitamente si svolgono i Mondiali di calcio. Secondo Zwanziger i medici non sono disposti ad accettare qualsiasi responsabilità per le condizioni climatiche e per la salute dei giocatori e dei tifosi, durante quel periodo nella competizione. Le perplessità del dirigente sportivo tedesco non vengono spente dalle iniziative del paese arabo che sta cercando qualsiasi soluzione per mettere nelle condizioni migliori le nazionali durante il torneo; anzi tutto il contrario: “Possono costruire stadi freschi, ma la Coppa del Mondo non si gioca solo lì. I tifosi di tutto il mondo si imbatteranno nel clima torrido del Qatar e il primo caso di pericolo di vita scatenerà un’inchiesta di un pubblico ministero e la Fifa non vuole arrivare a questo”.

La Federazione internazionale ha respinto immediatamente queste dichiarazioni sostenendo piuttosto che le parole del loro consigliere tedesco sono soltanto opinioni personali, tramite una nota ha scelto perciò di prendere le distanze dalle rivelazioni di Zwanziger. Ciò significa che per il momento fra otto anni il Mondiale di calcio si svolgerà proprio nel paese asiatico, resta da capire, però, se la scelta della Fifa sarà di spostare la data d’inizio della competizione; potrebbero decidere, come sostiene il dirigente tedesco, di far disputare il torneo in inverno, ma questo comporterebbe anche tante altre conseguenze sulla situazione dei campionati nazionali e delle coppe nei diversi stati. La decisione non è cambiata, ma alla fine bisognerà fare i conti con un clima in Qatar per niente favorevole al calcio ad alti livelli.

LASCIA UN COMMENTO