Manca l’ufficialità ma ormai la notizia è certa. Filippo Inzaghi sarà il nuovo allenatore del Milan. Siederà sulla panchina rossonera al posto di Clarence Seedorf, nonostante quest’ultimo abbia un contratto che lo lega al club di Berlusconi. La decisione è arrivata a sorpresa dopo il vertice di lunedì 26 maggio ad Arcore tra Adriano Galliani, Fedele Confalonieri, Pippo Inzaghi e Silvio Berlusconi, concluso nella trada sera. Dopo tre ore abbondanti c’è stata la fumata bianca per SuperPippo. E così il Milan continua a rimanere in mano ai milanisti visto che il neo allenatore è stato anche giocatore dal 2001 fino alla stagione 2011-2012 per ben 11 anni. Con la maglia rossonera ha vinto tanto, su tutto due Champions League, una Coppa del mondo per club, due Supercoppe Europee e due scudetti.

Pippo Inzaghi è il nuovo allenatore del Milano
Pippo Inzaghi è il nuovo allenatore del Milan

Dal 2013 allenava la primavera del Milan ma ora è arrivata la promozione. E’ stato fortemente voluto dall’a.d. Galliani che lo adora da sempre tanto da restare sveglio la notte per rivedere i suoi gol. I due condividono il modo di vivere il pallone, la passione per il calcio e l’assoluta dedizione per il Milan. Galliani lo voleva già nel maggio 2013 e lo scorso gennaio dopo l’esonero di Massimiliano Allegri, ma l’operazione sfumò in quelle occasioni. E’ riuscita invece a portarla a termine con qualche mese di ritardo. Silvio Berlusconi si fida di Galliani e anche in questa occasione ha deciso di starlo a sentire. Evidentemente nessuno in società è rimasto soddisfatto del lavoro di Seedorf. La stagione che si è appena conclusa è stata una tra le più fallimentari della storia del club, nessuno degli obbiettivi prefissati all’inizio è stato raggiunto. Dopo 16 anni niente coppe europee, troppe sconfitte, il gioco non ha convinto. Poco per una squadra abituata a vincere e da troppo tempo non lo fa. Ora si ricomincerà con Pippo Inzaghi che avrà il duro compito di ricompattare uno spogliatoio che da troppo tempo non riesce più a trovare la strada dei successi. Per la firma bisognerà aspettare qualche ora ma ormai la scelta è stata fatta. Sarà quella giusta?

LASCIA UN COMMENTO