Un evento artistico importante al quale l’artista argentina Maria Ignacia Piattini in arte Nacha non poteva mancare. La pittrice ha infatti partecipato alla manifestazione “SYMPOSIUM” (The 6th World Symposium of Arts Cultures and Traditions), il titanico Festival Multiculturale con ouverture a Milano il 12 e 13 ottobre 2013, organizzato e curato dal Maestro Michelle Campanale e dal Cavaliere Rocco Basciano.

Al Symposium 2013 Nacha e le sue opere d'arte
Nacha evento Symposium 2013

[quote type=”medium” align=”justify”] La mia partecipazione a questo evento Milanese mi ha dato ancora una volta l’opportunità d’esprimere il mio concetto di multiculturalità al quale tengo dare vita attraverso l’estensione artistica e spirituale, che poi sono stati i grandi temi di questa manifestazione. Io sono nata a Cordoba, terra lontana ma nella quale vivono più popolazioni tra i quali tantissimi italiani, forse ho ereditato la passione per l’arte dal mio trisnonno materno Gonzaga Cony Luis, famoso pittore portoghese giunto in Argentina nel 1848, fondatore dell’Accademia del disegno dell’Università San Carlos e successivamente fondatore dell’Università di Cordoba, ma in Italia paese dove vivo e amo ho perfezionato i miei studi artistici con il professor Enrico Beccari, per questo posso affermare che nel mondo possono convivere pacificamente più pensieri, culture e religioni. [/quote]- dichiara la Piattini.

Al Symposium 2013 l’artista ha conseguito un notevole successo di critica e pubblico esponendo tre opere ad olio intitolate: “ Riflessioni”, “ Uomo in preghiera”, “Il Pescatore”. Dipinti dove nelle atmosfere morbide dai toni bruni e caldi traspaiono momenti di vita dove l’uomo, solo con se stesso cerca il contatto con l’infinito. Preghiere invocate nella dimensione ancestrale che appartiene solamente all’io nell’invocazione dello spirito astrale. Nacha è un artista che sa trasmettere l’esistenza dell’eternità attraverso le plastiche linee corporali dei soggetti dotati d’intrinseca sensualità. E’ infatti sua ricerca dell’artista catturare anche gli aspetti della sua terra natìa, l’Argentina come l’arte del Tango attraverso le soffuse e calde atmosfere riprodotte in immagini particolareggiate sulla tela. Tra le più importanti esposizioni recenti della pittrice si può annoverare la partecipazione con il museo Macia presso Palazzo Merati a Venezia durante la 55° Biennale.

Gli scatti sono stati realizzati dal Dott. Smisci Fabrizio fotografo dei vip

LASCIA UN COMMENTO