Il Napoli vince la Supercoppa italiana 2014 trionfando a Doha contro la Juventus. La squadra azzurra ha battuto ai calci di rigore la formazione bianconera e ha portato a casa la seconda Supercoppa dopo ventiquattro anni dalla prima.
La partita giocata alle 18.30 di lunedì 22 dicembre è arrivata fino al tiro dal dischetto dopo una gara finita 2-2 nei tempi supplementari; ma facendo un passo indietro, prima è andata in vantaggio al quinto minuto del primo tempo la Juve con Tevez.

La Juve perde ai rigori, Supercoppa al Napoli
La Juve perde ai rigori, Supercoppa al Napoli

Nella ripresa è stato Higuain per il Napoli a pareggiare i conti. Nell’ulteriore tempo di gioco sono stati sempre i due argentini a diventare protagonisti della finale, visto che al minuto due del secondo tempo supplementare è arrivato il secondo gol dell’Apache juventino, al tredicesimo però c’è stata la risposta del pipita che ha riportato in parità il risultato.

Le due squadre sono andate, perciò, fino ai calci di rigore che sono finiti 7-8 per i partenopei dopo che i giocatori ne hanno tirati ben 18 con rispettivi errori da entrambe le parti. L’errore decisivo è toccato a Padoin che sul calcio dagli undici metri si è fatto parare il tiro dal portiere brasiliano Rafael. Ecco la sequenza finale dei rigori tirati, con quelli che sono stati sbagliati e che hanno portato alla vittoria del Napoli: Jorginho (parato), Tevez (palo), Ghoulam (gol), Vidal (gol), Albiol (gol), Pogba (gol), Inler (gol), Marchisio (gol), Higuain (gol), Morata (gol), Gargano (gol), Bonucci (gol), Mertens (parato), Chiellini (parato), Callejon (parato), Pereyra (alto), Koulibaly (gol), Padoin (parato).
La Juventus di Allegri perde il primo trofeo della stagione piegandosi di fronte alla superiorità del Napoli guidato dal Re delle Coppe Rafa Benitez. L’allenatore spagnolo con questo titolo arriva al decimo trionfo in carriera: “E’ la partita più bella perché abbiamo vinto contro una squadra come la Juve. Siamo tutti soddisfatti e dedichiamo la vittoria ai tifosi che sono venuti qui e quelli che sono a Napoli”, questo il commento del tecnico iberico dopo la fine della gara.

Il mister della squadra campana, comunque, ha promosso tutti i suoi giocatori e soprattutto i due protagonisti della finale: “Tutti hanno fatto una grande partita, Higuain ha fatto la differenza in attacco, Rafael è stato decisivo. Sono felice per lui, sono felice per Higuain, sono felice per tutti quelli che hanno creduto in noi”.
La gara illuminata dalle prodezze dei portieri e degli attaccanti argentini, ha portato una gioia immensa soprattutto tra le strade di Napoli che subito dopo la fine della gara hanno iniziato a fare festa. Benitez nelle interviste del post partita ha rivolto un pensiero anche a loro: “I tifosi sanno che possiamo fare molto bene, dobbiamo mantenere questo livello. Questa partita sicuramente ci aiuterà. Abbiamo disputato una grande partita e sono orgoglioso di questa squadra”.
Se adesso in casa Juventus Allegri (che ha già fallito il primo appuntamento con i trofei) e la società tutta presente allo stadio, dal presidente Agnelli, a Nedved e Marotta avranno da pensare immediatamente al futuro, dal Campionato alla Champions League; in casa Napoli i calciatori e il presidente avranno modo di godersi una vittoria importantissima arrivata contro la squadra prima in campionato.

“Abbiamo dimostrato che se abbiamo voglia e intensità possiamo fare risultato contro tutti. Voglio ringraziare questa squadra che ha fatto tutto e di più per vincere questa partita. Questo successo è per tutti, avevamo bisogno di questo trionfo. Serve più continuità, se giochiamo in questo modo, possiamo puntare alto. Mancano sei mesi e possiamo ancora disputare una grande stagione”, infine ha commentato Higuain autore delle due importantissime reti del Napoli.

LASCIA UN COMMENTO