Helena Russo, danzatrice orientale della Sicilia, 23 anni, inizia il suo percorso artistico all’età di sei, dedicandosi da allora sino ad oggi allo studio della danza classica. E’ proprio grazie alla danza classica che è riuscita ad ottenere uno stile proprio, rivolto all’eleganza e alla ricerca delle linee, che le permette di rendere le sue coreografie distinguibili proprio grazie a queste componenti. Già nell’ambito classico, ha in passato raggiunto diversi traguardi, infatti con la “Nuova Compagnia Teatro Danza Alcamese di A.M. Campanelli” a cui appartiene come ballerina, ha calcato palchi importanti con professionisti di elevata fama internazionale come Antonio Aguila portando in scena balletti come Coppelia e Lo Schiaccianoci.

Helena Russo e la sua danza orientale

E’ nel 2007 che conosce le danze orientali, appassionandosi ad esse, e iniziando a studiare con maestri di fama mondiale come Zaza Hassan, Mo Geddawi e altri… particolarmente conosciuti nel campo, ma senza mai fermarsi all’insegnamento di un solo maestro per non immergersi in stereotipi prefissati.
Sin da subito viene notata per le particolari esibizioni che porta in scena, in cui la sua tecnica classica si mixa con la tecnica orientale, che man mano passano i mesi acquisisce sempre più, donandole una particolare padronanza di ogni singolo muscolo del proprio corpo e proprio per questo già dal 2009 inizia a tenere degli stage in festival di danza siciliani.

Helena Russo: Ballerina orientale foto

Nel 2010, fonda una propria compagnia di danza orientale (ovvero danza del ventre) costituita dalle sue allieve “Compagnia Nefertiti di H.R.” che porta in diverse competizioni in Italia e che con le sue coreografie si aggiudica sempre il podio e da allora si dedica alla creazione di spettacoli in cui spesso ricorrono temi sociali che non solo spesso si coniugano con il genere di danza che porta in scena, ma anche con i suoi studi universitari di diritto e in cui inoltre ama effettuare sperimentazioni varie, infatti danzando su musica dal vivo, non solo usufruisce di strumenti tipicamente arabi come la darbuka, ma anche di altri appartenenti totalmente alla nostra cultura come il violino, creando quindi una sorta di fusione tra le due culture.

Helena Russo: Esibizione danza orientale

Nel gennaio 2012 esordisce nella tv nazionale, partecipando come concorrente ad Italia’s Got Talent stupendo i 3 giudici proprio per queste sue caratteristiche tanto che la stessa Maria De Filippi ha affermato d’aver “finalmente visto qualcosa di diverso dal solito”. Infatti l’intento di Helena era anche quello di mostrare che la danza orientale non è quella che troppo spesso si nota, la danza demagogica e volgare di cui troppo spesso si ha la concezione, ma un genere di danza che non ha nulla da invidiare alle altre quanto a serietà e ricerca della tecnica. Questo è arrivato ai giudici, i quali l’hanno ammessa alla fase successiva con 3 si, con gran contentezza di Zerbi e anche di Simone Annichiarico, che a quanto è parso hanno apprezzato anche la sua presenza. Purtroppo nel montaggio trasmesso in onda è stata utilizzata una musica differente da quella della reale esibizione di Helena, che realmente si è esibita su sole percussioni, per cui è stata abbastanza stravolta l’intera performance agli occhi del pubblico, che però può trovare la stessa coreografia su youtube effettuata in un altro ambito.

Helena Russo: Danza del ventre

Nel febbraio 2012 è approdata oltre oceano, rilasciando interviste per un portale argentino-brasiliano di danza egiziana “Portal Do Egito” di Debora Spina che l’ha notata grazie ai video su youtube, la cui popolarità si è accresciuta in brevissimo tempo con decine di migliaia di visualizzazioni.
Negli ultimi mesi ha effettuato stage sia in Italia come Rimini, Ravenna, Sciacca e all’estero, a tal proposito sarà insegnate a febbraio nel prestigioso festival Cairo By Night di Parigi e si esibirà al teatro La Cigale. Ma si è anche dedicata ad altri spettacoli, sia interamente curati da lei e di cui è stata la direttrice artistica come il suo spettacolo “Alqamah” , sia in altri come da ultimo “Help me to help” in beneficenza per le zone colpite dal terremoto in Emilia, pensato e voluto dalla piccola Siria Luongo, anche lei concorrente Italia’s got talent, a cui peraltro hanno preso parte molti altri artisti dello stesso programma.
Per il futuro sono previsti altri festival in altri paesi come Londra e molti spettacoli … e spera di andare sempre più lontano.

LASCIA UN COMMENTO