Marc Marquez ha conquistato la seconda gara del Mondiale di Motogp. Ad Austin lo spagnolo è arrivato sul gradino più alto del podio davanti ad Andrea Dovizioso e Valentino Rossi. Il campione del mondo in carica doveva in qualche modo cancellare il deludente quinto posto della gara a Losail.
E, infatti, sia in qualifica sia durante la competizione, ha avuto un tempo eccellente. Dimostrando la sua superiorità Marquez ha tagliato il traguardo con 43.47.150, il pilota italiano della Ducati è arrivato dietro a +2.354 e Rossi a +3.120.

Marquez vittoria per la terza volta consecutiva nella classe Moto Gp sul circuito di Austin in Texas
Marquez vittoria per la terza volta consecutiva nella classe Moto Gp sul circuito di Austin in Texas

Mondiale Motogp 2015: la gara ad Austin

Il pilota iberico ha vinto la quinta volta su sei in una pista americana. “Sapevamo di essere a posto, ma dopo il Qatar non mi aspettavo di essere così forte. Ero molto concentrato perché era importante fare bene, ho recuperato dei punti in classifica. Ho risparmiato un po’ la gomma davanti all’inizio, poi ho spinto fino in fondo”, ha commentato lo spagnolo.
Al momento della partenza è stato però Dovizioso a iniziare meglio superando Marquez, che dopo cinque giri si è subito ripreso la prima posizione. Dopodiché è diventata una lotta per il secondo posto tra il pilota della Ducati e Rossi. Entrambi si sono scambiati più volte la posizione e alla fine il “Dottore” si è accontentato del terzo posto.
Rossi non ha potuto bissare il successo del primo Motogp in Qatar anche perché il circuito texano non è per niente semplice per la Yamaha. Nonostante questo il campione di Tavullia conserva il primato nella classifica piloti (41) a 1 punto da Dovizioso (40), Marquez (39).
Il risultato per il campione italiano però non è stato soddisfacente, come la gara precedente: “Non sono contento, avrei voluto battere Dovizioso, ma avevo troppi problemi e lui era più veloce. Sono contento perché sono il leader della classifica. Questa era una pista difficile per noi, di solito distruggevamo sempre la gomma e già dopo cinque giri ha iniziato a degradarsi. Su altri tracciati potremo essere più efficaci”.
Prima della gara si temeva la pioggia, che fortunatamente non è arrivata. Anche se la corsa è iniziata con quaranta minuti di ritardo a causa della presenza di una pozza d’acqua lungo la curva 3. Per questo motivo si è perso del tempo, in attesa che gli organizzatori asciugassero la pista. Ai piedi del podio è arrivato Lorenzo con un distacco di +6.682. Dietro Iannone che ha dovuto cedere la posizione allo spagnolo dopo aver battagliato (+7.584). Sesto Smith con +10.557, settimo Crutchlow a +16.967 e ottavo Espargaro +19.025.

Motomondiale 2015: tappa successiva Argentina

Il motomondiale adesso riparte subito con il gran premio in sud America questo fine settimana sul circuito di Termas di Rio Hondo.
“Adesso andiamo dritti in Argentina per la prossima gara e speriamo che il buon momento che stiamo vivendo prosegua anche nel prossimo weekend. È una pista che mi piace, ed è il secondo anno che ci andiamo”, ha commentato Marquez in vista della terza gara della stagione 2015.

LASCIA UN COMMENTO