Ricorre oggi il primo anniversario della scomparsa di Laura Antonelli, grande icona della sensualità che si spende nel pieno della sua solitudine all’età di 73 anni.

Il programma televisivo La vita in Diretta, in onda su Rai1 dedica a Laura Antonelli una parte del programma, ricordando la vita e la grandezza dell’attrice. La Antonelli inizia la sua carriera conquistando da subito gli spettatori e venne definita un’icona sexy degli anni 70′ e 80′. Ogni film, in cui partecipa, ottiene enormi incassi, recita in bel quarantaquattro film ma debutta nel ruolo di cameriera nel film erotico “Una Cameriera in Malizia” di Salvatore Samperi.

Laura Antonelli anniversario di morte
Laura Antonelli

Attrice bellissima e sensuale, Laura Antonelli viene definita la donna dal viso d’angelo e il corpo da peccatrice! Sensuale, desiderata, invidiata vive la gloria di una Diva ma il successo non la rende felice e soddisfatta. Laura, costantemente alla ricerca di qualcosa che l’appagasse, cadde vittima della solitudine e cercò nelle droghe qualcosa di illusorio che nel tempo l’ha uccisa.

Nel 1991, improvvisamente la vita di Laura Antonelli subisce un profondo declino. Nella sua abitazione vennero trovati 36 grammi di cocaina e fu arrestata per spaccio. Laura dovette combattere tra processi e tribunali e solo dopo 10 anni fu finalmente assolta, eppure un destino crudele la vide vittima di interventi estetici andati male, furti, la bellezza che sfioriva e la solitudine che in maniera beffarda non la lasciò mai da sola! 

Muore a causa di un infarto Laura Antonelli, trovata morta dalla donna delle pulizie. Solo negli ultimi anni della sua vita trovò riparo e amore nella Fede Cristiana.  Qualche anno prima della morte, in un’intervista al giornale L’ortica aveva dichiarato: “Il peggio è alle spalle, il mio amore per Dio mi ha aiutata, ribadisco a tutti che non sono pazza. Ho commesso molti errori perché non ero felice. Può sembrare paradossale ma un giorno ti guardi allo specchio, vedi che sei bella, ricca e famosa ma ti accorgi che hai un vuoto dentro. Così arrivano scelte sbagliate, cadi nel precipizio e solo grazie alla fede ho superato tante avversità. Per fortuna ci sono tante persone che mi vogliono bene, esiste anche un sito internet chiamato divina creatura dove tutti i miei fans mi lasciano attestati di stima ed affetto. Dio li benedica. Esistono anche sacerdoti meravigliosi, come don Giuseppe Colaci della parrocchia del Sacro cuore di Ladispoli che frequento assiduamente. Tutta la comunità religiosa mi fa sentire un grande calore attorno, così come i cittadini di Ladispoli che quando mi incontrano per strada sono sempre gentili. Qualche ragazzo mi urla dietro la frase sei ancora bella e io divento rossa”.

LASCIA UN COMMENTO