Oggi 14 maggio 2014 presso il Teatro Brancaccio di Roma, la Polizia di Stato dedicherà ai 500 studenti di licei ed istituti superiori romani una giornata di confronto e riflessione sui temi della legalità e della sicurezza, affrontando argomenti attuali e fortemente sentiti nel mondo giovanile, quali il bullismo, la violenza di genere ed i pericoli di internet. L’iniziativa, organizzata dal commissariato di p.s. Esquilino diretto dalla Dott.ssa Cedrone, rappresenta il momento conclusivo del progetto “Scuole Sicure” della Questura di Roma, a testimonianza del grande impegno e la professionalità che la Polizia di Stato mette a disposizione dei giovani e delle scuole, in un clima di partecipazione e confronto di grande efficacia.

Anthony Peth al Brancaccio conduce "Giornata della legalità"
Anthony Peth al Teatro Brancaccio di Roma per la “Giornata della legalità”

L’evento condotto da Anthony Peth (testimonial della federazione nazionale sulla sicurezza), vedrà impegnate le specialità del Corpo, quali stradale, postale e polizia di prossimità. Non mancherà il fiuto e la professionalità dei cani antidroga dell’unità cinofila della Questura di Roma, ma soprattutto la partecipazione straordinaria della medaglia d’ oro alle olimpiadi Roberto Cammarelle del gruppo sportivo Fiamme Oro, insieme ad una rappresentanza di altri atleti in testimonianza dello sport come valore aggiunto ed indispensabile per una società sana .
Saranno presenti ospiti del mondo dello spettacolo che, in qualità di testimonial, offriranno al pubblico brevi ed esilaranti interventi, fra questi il comico Maurizio Battista e Gennaro Calabrese, mentre Cosimo Rega, attore protagonista del film “Cesare non deve morire” dei fratelli Taviani, e componente della Compagnia teatrale “Prigionieri dell’Arte “, del Carcere di Rebibbia, si esibirà in un toccante monologo sui temi della colpa e del pentimento. Chiude la giornata Cloris Brosca , attrice napoletana, ex “Zingara” di Rai uno, con un breve pezzo riguardante il tema della violenza sulle donne.

LASCIA UN COMMENTO