Il vignettista più conosciuto ed apprezzato d’Italia, Giorgio Forattini, ieri 23 Dicembre 2013 alle ore 18.00 è stato ospite presso lo storico Spazio Culturale della “Milano Art Gallery“, situato in via G. Alessi 11, a Milano. L’artista ha presentato il suo nuovo libro “Guai ai vincitori“. L’evento collocato all’interno del ricco calendario del Festival Artistico Letterario “Cultura Milano” è stato organizzato dal manager Salvo Nugnes, allo scopo di rendere la cultura accessibile a tutti, con conferenze ad ingresso gratuito, che hanno coinvolto importanti personalità del panorama culturale. Stefano Zecchi, Francesco Alberoni, Roberto Gervaso, Katia Ricciarelli, Bruno Vespa e Mario Luzzatto Fegiz sono solo alcuni dei grandi personaggi che partecipano a questo interessante festival, nato allo scopo di rendere la cultura accessibile a tutti.

Giorgio Forattini alla Milano Art Gallery per la presentazione del suo nuovo libro
Giorgio Forattini presenta il nuovo libro Guai ai vincitori alla Milano Art Gallery

Il maestro della satira politica italiana ha parlato del suo ultimo successo, edito da Mondadori e ha incantato la sua platea raccontando aneddoti della sua vita e della sua professione, con l’irriverenza caratterizzante ogni sua vignetta.  Il diario di un anno tragicamente comico illustrato, giorno dopo giorno, dalle vignette graffianti e acute di Forattini. Già dalla copertina del volume, si intuisce che tra i molti argomenti scottanti e ampiamente discussi accaduti in quest’anno, il tema dominante del libro è proprio la “guerra” a Silvio Berlusconi. Forattini infatti lo disegna appeso, a testa in giù, a una falce e un martello giudiziario, ma, come dice il noto vignettista “lui si riprende e fa il gesto dell’ombrello… È il mio augurio“. “Oggi non faccio in tempo a realizzare una vignetta che i politici cambiano idea e prendono posizioni diverse“, ha detto il disegnatore mentre firmava alcune copie del suo nuovo libro.

Ho cominciato a quarant’anni, prima facevo il rappresentante di commercio nel sud Italia” afferma e continua “La prima vignetta satirica politica fu su Panorama nel 1973, mi scoprì Gianluigi Melega“. E poi non l’ha fermato più niente e nessuno: è arrivato infatti alla sua 56° pubblicazione, contando più di 3 milioni di copie vendute e più di 10.000 vignette realizzate durante l’arco della sua carriera.

Le foto in esclusiva per Gentevip.it sono state realizzate dalle fotografe Alessia e Rossana di NEW CELEBRITY

LASCIA UN COMMENTO