“Artisti e trucchi a confronto” rubrica di Gennaro Marchese – Il mio ambìto compito di mettere a confronto stili di star dello spettacolo (che per metà, a mio avviso, non è questo il caso!), mi porta a parlare di due attrici che sto per proporvi. Sono sicuramente entrambe bellissime, molto diverse tra loro, si tratta di Alessandra Di Sanzo e Vittoria Schisano (nota x essere stato prima l’attore Giuseppe e poi la trans Vittoria). Anche se Alessandra Di Sanzo è molto tempo che non la vediamo sul grande schermo, dobbiamo ammettere però che ha lasciato il segno con film storici, ormai cult come “Mary X sempre” (il 21 settembre sarà ospite d’onore alla serata finale del Floridia Film Fest di Siracusa), “Ragazzi Fuori”, “le Buttane”, per citarne alcuni. È stata una vera protagonista nei tempi in cui era difficile inserirsi. Nonostante tutto si è portata a casa premi e riconoscimenti in tante parti del mondo, isole comprese. Vorrei citarli ma è troppo lungo l’elenco. Mentre Vittoria Schisano seppur navigata mediaticamente, ahimè vanta giusto due o tre pose di qua e di là, molta tv di “qualità”( Barbara D’Urso Pomeriggio Cinque), anche se l’abbiamo vista sul red carpet alla 71ma edizione del Festival del Cinema di Venezia con il film “La vita oscena”. È vero che viaggiano in epoche diverse, ma la Sig. Di Sanzo era anche molto giovane allora, aveva appena 17 anni ed era già una star.

Alessandra Di Sanzo artisti e trucchi a confronto rubrica di Gennaro Marchese
Alessandra Di Sanzo artisti e trucchi a confronto rubrica di Gennaro Marchese

Veniamo ai loro stili. Alessandra Di Sanzo ha eleganza, sharme, bellezza, veste molto sobria, non ama le stampe floreali, nè i disegni geometrici sugli abiti. Ama la seta ed i colori accesi e predilige molto il nero. Usa il tacco 12 e le pochette. Assolutamente non ama i gioielli, tranne i pezzi unici singoli, che vanno dall’anello importante, oppure orecchino prezioso. Ha capelli folti e naturali (no extension). Inoltre non ha mai rifatto nulla chirurgicamente parlando. Usa il trucco molto chiaro, base trasparente Light, incisione di matita sull’attaccatura delle ciglia, anche perché il suo occhio essendo incavato, va tirato fuori con dei colori chiari sulla palpebra tirando su l’angolo esterno con l’aggiunta di ciglia finte a ciuffetti. Avendo degli zigomi pronunciati, va messo un illuminante iridescente ammorbidito da delle nuance di fard dai colori rosati, che addolciscono le gote.
La bocca della sua tipologia e su un volto importante come il suo può osare, anche con dei colori come il rosso ma anche colori morbidi come i rosati o i beige.

Vittoria Schisano artisti e trucchi a confronto rubrica di Gennaro Marchese
Vittoria Schisano artisti e trucchi a confronto rubrica di Gennaro Marchese

Vittoria Schisano invece ha un’immagine completamente opposta. Molto più forte e aggressiva, non passa certo inosservata, occhi super bistrati di nero, a mio avviso truccati malissimo, il bistrato sì, ma fatto bene! Per esempio non metterei il kajal interno occhi, perché stranamente i suoi li rimpicciolisce, in contrasto con il suo colore azzurro cielo. Decisamente eccessiva, meno glamour e più rock, usa molto gli illuminanti sugli zigomi aiutati dal bisturi (direi..troppo!) e non solo gli zigomi… Si è perfezionata, ha abbassato l’attaccatura della fronte, limato il mento, e messo extension. Ecco servita l’innaturalità di un’immagine artefatta, facile da raggiungere con tutti quegli interventi. Il trucco fa moltissimo ve lo assicuro. L’abbigliamento rispecchia molto il suo stile, di certo nell’insieme non è una persona che sa di semplice e sobrio, a differenza di Alessandra Di Sanzo che è completamente l’opposto. Per cui anche questa volta ho voluto sottolineare pregi e difetti più dell’una che dell’altra: voto 10 Di Sanzo, 6 Schisano. Seguitemi sui miei social Facebook, Instagram e Twitter e appuntamento a mercoledì prossimo sempre su GenteVip!

LASCIA UN COMMENTO