GAY VILLAGE BIG CLOSING PARTY  – Una pioggia di fuochi d’artificio sparati sulle tre piste illuminate a festa e le note del brano Freedom, secondo successo planetario di Pharrell Williams, cantato da una strepitosa Vladimir Luxuria, in abito lungo stile impero, colore verde smeraldo con sfumature e rifiniture viola e spacco vertiginoso, applaudita e acclamata a gran voce dal pubblico. Una suggestiva atmosfera su coreografie dei Karma B, hanno inaugurato la lunga festa di chiusura del Gay Village davanti a più di seimila persone giunte da tutta Italia per salutare una manifestazione che dal 18 giugno ha coniugato cultura, integrazione, spettacolo e divertimento.

Barbara De Rossi e Vladimir Luxuria infiammano la serata finale al Gay Village
Barbara De Rossi e Vladimir Luxuria

 Chiusura col botto della lunga estate al Gay Village 2015

Vladimir Luxuria e la mamma Maria Michela Guadagno
Vladimir Luxuria e la mamma Maria Michela Guadagno

Una notte conclusiva all’insegna della Libertà con una emozionatissima direttrice artistica che accoglie ospiti e madrina sul palco insieme alla mamma Maria Michela Guadagno, che non poteva mancare all’ennesimo successo dell’adorata figlia. C’è spazio anche per i diritti, grazie alla presenza del Sen. Alberto Airola del MoVimento 5 Stelle, giunto al Gay Village per informare il pubblico sui lavori in corso per i diritti civili: “Ci vorrebbe la sfera di cristallo per dire quando saranno riconosciuti i diritti delle persone omosessuali” – dichiara davanti ad una platea che lo accoglie con entusiasmo – “Speriamo che entro il 2015 si arrivi a qualche decisione, stiamo lottando con tutte le nostre forze per questo. Intanto il paese va avanti e il governo rimane indietro”. E a proposito di sfera di cristallo e di sguardo al futuro, è il momento dei saluti del sensitivo Solange che si spertica in ironiche previsioni leggendo l’oroscopo dei dodici segni zodiacali, acclamato dalla folla. Imma Battaglia, insieme ai soci Annachiara Marignoli e Paola Dee, consegnano una targa a Fabrizio Della Santa, compagno dello storico dj delle notti arcobaleno, Brezet, con cui condivide ormai 20 anni della propria vita, pur non essendo riconosciuti dallo stato italiano.

Barbara De Rossi al Gay Village: “La libertà è la massima espressione di vita…”

Barbara De Rossi madrina big closing party Gay Village
Barbara De Rossi

Chiude il cerchio della libertà gridata da tutti a gran voce, prima che le piste si trasformino in poi di benessere e gioia, la madrina del closing party Barbara De Rossi, impegnata nella trasmissione Amore Criminale, dedicata a quelle donne che sono riuscite a liberarsi dalla costrizione e dalla violenza familiare, che dice: “La libertà è la massima espressione di vita sognata …cercata … agognata … negata. Necessaria per i propri sogni. Sono troppo spesso gli esseri umani a negarla ad altri ma nello spirito e nell’amore non potranno mai spegnerla. Sono felice di stare in un luogo che lo grida a gran voce da sempre”.

Francesco Montanari e Andrea Delogu al party finale Gay Village
Francesco Montanari e Andrea Delogu

Tanti gli ospiti accorsi per salutare una stagione di successi, nei privè pop e house, per ballare sulle note dei dj Paola Dee e Brezet, Gaia Logan, Shana Dee, Manuel Rotondo e Anne Cullen. Primo fra tutti ad arrivare l’amatissimo attore Francesco Montanari, conosciuto da tutti come il “libanese” di Romanzo Criminale, innamoratissimo della sua Andrea Delogu, bellissima conduttrice televisiva e scrittrice. Ballano scatenate la Marchesa Daniela Del Secco D’Aragona e la bionda Eva Grimaldi mentre le amiche del Gay Village, Nunzia Di Stefano, Vittoria Schisano e Alessia Fabiani abbracciano a suon di bollicine il pr Alfonso Stani che le ha accolte con affetto lungo tutte le quarantasette serate della manifestazione. La cantante voce storica della Sirenetta Simona Patitucci insieme al suo collega, l’attore Toni Fornari cantano e si sbizzariscono in coreografie come se non ci fosse un domani.
Manca ancora qualche ora all’alba e la notte prosegue con l’immancabile appuntamento delle due e trenta sul set di cucina allestito nel villaggio dalla Italian Kitchen Academy, dove il sempre presente chef Giovanni Cappelli insieme allo chef Alessandro Cecere preparano una gustosissima pasta che l’animazione offre agli affamati frequentatori del Parco del Ninfeo. Anche il set culinario si trasforma in una pista a cielo aperto, tra spadellate, abbracci e brindisi, ci si scatena anche qui in attesa che le porte del Gay Village si chiudano in attesa di una prossima fortunata stagione.

LASCIA UN COMMENTO