La signora Francesca Cirivello, mamma della showgirl Serena Saitta, ha vissuto sulla propria persona un caso di denegata giustizia o meglio un caso in cui il formalismo e le formalità della legge hanno sopraffatto il comune buon senso, che dovrebbe ispirare l’amministrazione della giustizia soprattutto quando, come nel caso della mamma dell’ex tronista di Uomini e Donne, si viene ad incidere su realtà quotidiane e familiari. Chi ha avuto occasione di conoscere la mamma della Saitta può descriverla come una persona onesta e dal temperamento volitivo. Proprio per questa sua determinazione l’ha condotta ad avviare battaglie, anche legali, rispetto a situazioni che ella stessa percepisce come profondamente ingiuste.

Serena Saitta galleria fotografica
Serena Saitta e il dramma della mamma Francesca Cirivello

Francesca Cirivello vive, infatti, ormai da tempo una situazione gravemente affettiva a seguito di contrasti condominiali, sfociati in iniziative giudiziare che hanno contribuito non poco a mortificare nello spirito la signora Francesca, deprimendone il carattere e depauperandone le finanze.
La mamma della Saitta ha infatti denunciato le gravi carenze strutturali dell’immobile, di edilizia residenziale popolare, nel quale risiede, contestandone peraltro la gestione. Queste segnalazioni, portate in vario modo all’attenzione dei soggetti competenti, non hanno tuttavia sortito effetti ed in ciò lo sconforto e l’afflizione di Francesca, che fortunamente ha comunque potuto contare sul sostegno della figlia showgirl (Serena Saitta) e altri due figli Ivano e Sonia. Al sentimento di negata giustizia si sono aggiunte le gravi ripercussioni economiche conseguenti alla lunga battaglia legale che si è inasprita tanto da portare al pignoramento del veicolo con il quale la Cirivello svolgeva l’attività di commercio ambulante. La mamma di Serena ha dovuto abbandonare il lavoro, ovvero l’unica sua fonte di reale e dignitoso sostentamento. Il fermo alla fine è risultato inefficace, ma il veicolo era ormai deteriorato per il non uso ed era divenuto praticamente inservibile. Al danno si è cosi aggiunta anche la beffa e sono 7 anni che la signora Francesca è disoccupata.
Ma questo non è tutto e, infatti, da ultimo la visibilità acquisita dalla figlia Serena Saitta, la cui vita sentimentale, anche a seguito della partecipazione a noti programmi televisivi, è sovente attenzionata dai settimanali, ha ingenerato ulteriori conflitti condominiali, nonostante che la figlia showgirl non vive più con la madre da 3 anni.
Sembra che addirittura due articoli pubblicati in due noti settimanali, erroneamente definivano la mamma Francesca Cirivello impiegata e che dunque le attribuivano una occupazione che malaguratamente non possiede, della figlia Serena hanno scritto che vive ancora con la mamma, questi giornali sono stati mandati dalla gestione (che ritiene la figlia è diventata famosa e ricca) all’ater. Questo ha ingenerato dubbi e polemiche sulla legittimità della assegnazione della casa popolare ove risiede unitamente alla mamma di Serena anche la nonna disabile. Questo è proprio un vero accanimento contro la signora Cirivello Francesca che poverina ha problemi di salute dovuti allo stress, dai tanti debiti accumulati per via di un pignoramento su un mezzo di lavoro. E pensare che in quello stesso stabile la nonna della Saitta è dal 26 Agosto 2013 prigioniera senza colpa visto il malfunzionamento dell’ascensore è la nonna invalida non può fare le scale, vivendo loro al terzo piano.
Serena Saitta ha raccontato al settimanale TOP la sua triste infanzia a Pavia, credo che sia arrivata ora che qualcuno di competenza a Perugia, faccia qualcosa per aiutare la Cirivello.

LASCIA UN COMMENTO