Dopo aver detto addio all’Hotel Majestic di Roma il grande chef Filippo La Mantia riapre i battenti 500 metri più in là, al Jumeirah GRAND HOTEL di Via Veneto. La scadenza prefissata da La Mantia è il 7 dicembre 2013 ma spera di fare il tutto per novembre. La Mantia va spesso contro corrente non amando i titoloni che lo riguardano, si autodefinisce Cuoco o addirittura Oste, nonostante sia famoso a livello internazionale, annoverando tra i suoi clienti personaggi del calibro di John Travolta, Rania di Giordania, Jovanotti, Umberto Veronesi e Gabriele Muccino ed altri, conquistati con la sua cucina mediterannea.

Al Grand Hotel Via Veneto lo chef Filippo La Mantia
Lo chef Filippo La Mantia riparte dal Jumeirah Grand Hotel di Via Veneto a Roma

La Mantia è un autodidatta, e tutta la sua cucina è basata sull’uso di prodotti della terra e naturali, tutto ciò si evince da una sua dichiarazione. “I miei piatti sono accessibili a tutti, gli ingredienti di una caponata rimangono quelli, quindi non la puoi far pagare uno sproposito sarebbe un oltraggio”. La sua caponata è stata addirittura richiesta dall’agenzia spaziale per l’astronauta Parmitano, come simbolo della cucina siciliana. La Mantia è anche impegnato nel sociale con la “Lega italiana per la lotta ai tumori”’, ed ha collaborato con la Comunità di Sant. Egidio per la “Caponata for life”, in aiuto dei bambini affetti da AIDS. In uscita per Cairo Editore un suo libro, che lui stesso definisce “non è un volume di ricette ma, una raccolta di pensieri e riflessioni”. Filippo fa le cose in grande. Si dice addirittura che tra un paio di anni aprirà un ristorante a Dubai dove spedirà a rotazione i suoi ragazzi. Filippo, vista la tua intraprendenza, ti auguriamo di fare centro, siamo sicuri che sarà così.

LASCIA UN COMMENTO