Il Festival di Cannes 2014 è ufficialmente cominciato. Tra le tante star attese l’australiana Nicole Kidman, protagonista del film d’apertura Grace di Monaco. A Cannes per Nicole i riflettori erano tutti puntati sul suo film, ma anche sull’abito scelto per cavalcare il red carpet. L’ex moglie di Tom Cruise si è presentata ai fotografi e alla stampa come una principessa, segno che il ruolo di Grace Kelly l’ha proprio “segnata”. Nicole Kidman ha scelto di indossare per l’inaugurazione della 67esima edizione del Festival internazionale del cinema una creazione firmata Armani Privé. Abito lungo e svasato, in pizzo e con ricami tridimensionali di cristalli e perle, il tutto di un color tra il blu e il pervinca che ha donato alla Kidman un’aurea davvero regale. Per completare il look Nicole ha poi scelto dei gioielli Harry Winston e, più precisamente, dei bracciali di diamanti e degli orecchini pendenti.

Nicole Kidman ha scelto Armani Privè per il red carpet Festival di Cannes 2014
Nicole Kidman ha scelto Armani Privè per il red carpet Festival di Cannes 2014

Il perfetto outfit però non ha permesso a Nicole Kidman di evitare i fischi e le critiche al suo film su Grace Kelly. Dunque, se in ambito fashion Nicole si posiziona tra le meglio vestite alla kermesse cinematografica con il suo abito Armani Privé, discorso diverso va fatto invece per la sua interpretazione nel ruolo della principessa di Monaco, morta in un incidente automobilistico nel 1982. Dopo aver suscitato polemiche da parte della  famiglia Grimaldi, il lungometraggio diretto dal regista Olivier Dahan ha creato perplessità nel giorno della sua proiezione a Cannes.  Il film si concentra su un preciso anno della breve vita dell’attrice Grace Kelly, ovvero il 1956, quando la bellissima americana, diventata monegasca per amore, dovette scegliere se tornare al cinema con Alfred Hitchcock o restare accanto al marito Ranieri. I figli di Grace e Ranieri, Alberto, Carolina e Stephanie, hanno subito preso le distanze dal film bollandolo come falso e irrispettoso nei confronti della memoria del padre. Tanto che nessuno della famiglia si è presentato quest’anno a Cannes, a differenza delle passate edizioni.

Snobbato dalla famiglia reale del Principato di Monaco, il film non si è rifatto tra i critici e giornalisti che hanno evitato di applaudire  l’opera e addirittura qualcuno ha avuto il coraggio di fischiarlo. Un duro colpo soprattutto per Nicole Kidman che tanto ha creduto in questo progetto studiando intensamente i film interpretati da Grace Kelly e i libri a lei dedicati.

L’ultima parola adesso spetta al pubblico, che magari potrebbe essere incuriosito dalle tante polemiche e portare così il film a trionfare al botteghino.

LASCIA UN COMMENTO