Ottime notizie per il marchio italiano Dsquared2, fondato dai fratelli Dean e Dan Caten. La casa di moda italiana è sbarcata oltreoceano, e ha in progetto di aprire tre boutique negli Stati Uniti. Per l’inaugurazione della prima, con sede a Los Angeles (California), è stato organizzato un sontuoso party che ha visto la partecipazione di tantissime celebrità! Attori, cantanti, modelle, star della televisione: in moltissimii hanno voluto presenziare alla festa in onore della griffe made in Italy, che si è tenuta in una residenza privata a West Hollywood, un quartiere di Los Angeles. Fra gli invitati – tutti rigorosamente vestiti Dsquared2 – l’ereditiera sexy Paris Hilton, la regina del burlesque Dita Von Teese, la modella Ireland Baldwin (figlia di Kim Basinger) e l’attrice israeliana Moran Atias.

Parata di star per l'inaugurazione della prima boutique Dsquared2 in America
Parata di star per l’inaugurazione della prima boutique Dsquared2 in America

All’entrata della maison è stato istituito un photocorner dove gli ospiti hanno potuto sfoggiare i loro outfit ai paparazzi presenti e fare una foto ricordo con gli stilisti. I festeggiamenti sono poi proseguiti per tutta la notte con cocktails a base di Champagne Pommery. L’apertura di punti vendita nel continente americano rappresenta un grande traguardo per i fratelli Caten. Figli di genitori italiani emigrati in Canada, i due hanno studiato moda alla Parson’s School of Design di New York, per poi tornare nel Bel Paese e fondare la casa di moda nel 1996. Da lì in poi, solo successi per i fratelli maestri di stile, che hanno avuto l’onore di vestire celebrità come Naomi Campbell, Eva Herzigova, Karolina Kurkova, Christina Aguilera, Britney Spears e Fergie. Dean e Dan hanno anche molte amicizie fra le star italiane, li ricordate al compleanno di Elisabetta Canalis?

Da segnalare anche la collaborazione con la cantante Laura Pausini, che scelse le loro creazioni per una serata molto importante: il debutto a San Siro il 2 Giugno 2007. I fratelli sono inoltre molto amati anche dall’icona mondiale del pop Madonna, che nel 2000 chiese loro di realizzare 150 outfit per i ballerini del suo video musicale Don’t Tell Me e l’anno dopo indossò i look creati dai fratelli per il Drowned World Tour.

Insomma, per un marchio così di successo non poteva che esserci miglior soddisfazione che approdare in America. E ora, chi li ferma più questi due?

LASCIA UN COMMENTO