Il 13 gennaio 2012 la Costa Crociera Concordia è affondata incagliandosi sulle coste del Giglio provocando per il momento 18 morti e 16 dispersi. Ma le ricerche non sono ancora terminate.  Come tutti ormai sapranno,  l’abbandono della nave da parte del Capitano Francesco Schettino, prima di aver tratto in salvo almeno la maggior parte dei passeggeri, come ogni capitano degno della propria qualifica dovrebbe fare, ha suscitato un mare di polemiche. Il fatto è gravissimo ma ormai su You Tube sono state pubblicate simpatiche parodie con video e vignette che lo riguardano diffuse anche su Facebook. Chissà quanto gli “fischieranno le orecchie” in questi giorni. Ovviamente il tumulto suscitato dalla telefonata intercorsa tra il capitano Gregorio De Falco dalla capitaneria di porto ed il comandante Schettino non ha potuto fare a meno di scatenare la fantasia pur mantenendo il rispetto per l’incresciosa tragedia del Costa Concordia.



LASCIA UN COMMENTO