Lo chef più amato d’Italia è sbarcato un’altra volta in libreria. Classe 1965 Carlo Cracco è più di un semplice Chef, è diventato ormai un personaggio televisivo e come ogni Vip che si rispetti da tempo ormai è approdato anche nelle librerie. La sua ultima fatica letteraria si chiama Dire, fare, brasare ed è edito da Rizzoli. Il libro è stato presentato in occasione del Bookcity a Milano, lo Chef pluristellato orgoglioso dell’Italia, nel suo libro svela in appena 11 lezioni e 40 ricette tutte le tecniche per stupire davvero in cucina.

Esce il nuovo libro dello chef pluristellato Carlo Cracco

“La formazione ai fornelli è fondamentale, la metà del tempo nelle cucine si passa ad insegnare e io non posso fare tutto, bisogna formare dei collaboratori, avvalersi di aiutanti” – afferma Cracco e nel libro spiega la tecnica a bagnomaria, la cottura sottovuoto o quella nell’argilla, passando per la preparazione di prelibatezze per palati fini.

Il 18 dicembre lo Chef tornerà anche sugli schermi televisivi nell’avventura di Masterchef, in onda su Sky Uno, mentre a maggio del nuovo anno lo vedremo in Hell’s Kitchen Italia, sempre sulla stessa rete. Intervistato da una nota agenzia di informazione Cracco confessa interessanti aneddoti sugli albori della sua carriera: un professore dell’Istituto Alberghiero  “Pellegrino Artusi” che frequentava all’età di 14 anni gli mise 4 come voto in cucina e per dimostrare di amare davvero quello che faceva si ritrovò a “scontare la pena” lavorando il sabato e la domenica in un piccolo ristorante. Storie di gavette vere: “Ero svogliato e lento. Lavorare quando non studiavo mi è servito e i miei genitori capirono che non ero un fannullone”.

Carlo Cracco è uno Chef super impegnato: oltre agli impegni televisivi e a quello dei suoi due ristoranti milanesi (il recente “Carlo e Camilla in Segheria” e lo storico e ben noto “Cracco Peck”) nel 2015 sarà anche Ambasciatore del gusto per l’Expo che sta arrivando e che è dedicata a un tema così importante come quello della nutrizione. Nonostante tutti questi impegni lo Chef conferma di avere anche un paio di progetti ancora segreti in fase di definizione.

L’inarrestabile Chef Cracco ha deciso di condividere alcuni dei suoi segreti in quest’ultimo libro perché conservare con gelosia un’antica ricetta non porta benefici, meglio fare come dice lui e condividere i segreti per provare a tirare fuori il miglior cuoco che c’è in noi.

LASCIA UN COMMENTO