Giovedì 17 settembre in Via Tommaso Inghirami, 82 a Roma, nella sede dell’Associazione Animalisti Italiani Onlus, si è svolta la conferenza stampa per presentare la prima edizione dell’Animal Day organizzato da Animalisti Italiani Onlus, www.animalisti.it, Labux e Legend Studio.  Il primo concerto in favore dei diritti degli animali si terrà sabato 19 settembre nella splendida cornice di Piazza del Popolo, una serata dalle 16 alle 24 che vedrà alternarsi sul palco i tre conduttori Carolina Rey, Marco di Bono e Renata di Vegan Ok. Erano presenti insieme al Presidente Walter Caporale, Mauro Matteucci e Max Marchesi ideatori del progetto, Vladimir Luxuria che dai tempi della “Mucca Assassina” si batte per questa causa, la presentatrice Rai Carolina Rey, Loredana Cannata, Roberta Orrù, Matteo Gabbianelli dei Kutso, Massimo Di Cataldo e Pier Cortese. Ognuno di loro ha voluto esprimere le motivazioni che li ha condotti a condividere questa bellissima iniziativa.

Animal Day conferenza stampa Animalisti Italiani Onlus
Pier Cortese, Vladimir Luxuria, Carolina Rey, Marco Di Bono, Walter Caporale, Loredana Cannata

“Animal Day” conferenza stampa: le dichiarazioni dei sostenitori del progetto Animalisti Italiani Onlus

L’animalismo sta crescendo, senza fanatismi, ma con il coraggio anche di provocare e di far discutere anche in nome di Gandhi, Martin Luther King e Nelson Mandela che sono i nostri grandi padri imputativi“. Queste le parole del Presidente Walter Caporale, dopo aver ribadito il principio che ogni essere vivente ha diritto ad una esistenza dignitosa e che una vita non può nascere destinata solo alla sofferenza, alla prigionia, alle privazioni, alle crudeltà indicibili prima che sopraggiunga la morte liberatoria.

Pier Cortese: “E’ un progetto a cui tengo tantissimo. Ci sono delle ottime possibilità che nei prossimi anni le nuove generazioni crescano con una mentalità e con un pensiero diverso rispetto agli animali e a tutto il mondo che ci circonda, il rispetto per l’ambiente e per la natura. Ho questa convinzione,  è una goccia nel mare, ma è una piccola convinzione che mi piace portarmi dietro e dentro.”

La parola passa a Vladimir Luxuria, direttrice artistica del Gay Village che afferma: “Chi si batte per i diritti civili debbono essere persone che hanno una sensibilità immane. Non possiamo lottare per i diritti dei gay e non lottare per quelli degli animali. Sono contenta di esserci perchè io credo che sia il 1 maggio del mondo degli animali. Credo che da ora in poi sarà sancito in una maniera festosa. La gente che si batte per gli animali è gente che ama l’arte e la musica e ha il cuore aperto per capirla ancora di più. Se riesci a capire il suono di un animale, allora sei anche una persona capace di sentire con lo stesso cuore il suono di una musica. Viva gli animali, viva chi li ama e abbasso tutti quei veri bastardi che pensano che gli animali siano dei soprammobili o degli oggetti su cui scaricare le proprie frustrazioni.”

Loredana Cannata: “Credo che siamo in un momento storico straordinario per la lotta per i diritti degli animali e penso che per l’umanità adesso è arrivata l’ora per la liberazione animale. Con gli animalisti italiani ho portato avanti la battaglia vegana, a cui sono particolarmente legata, un qualcosa che si allarga a tutti gli ambiti della vita del pianeta stesso, perchè la rivoluzione vegana, oltre a liberare gli animali dai mattatoi e da questa assurda concezione di cibo, è anche una battaglia che libera la natura e gli esseri umani dalle malattie, quindi è qualcosa che davvero fa quello che siamo chiamati a fare e bisogna fare,  cioè cambiare radicalmente il nostro modo di vivere e di concepire le altre creature.”

Carolina Rey: “E’ la prima volta che mi avvicino al mondo degli Animalisti Italiani e a questa realtà meravigliosa e la cosa più bella che mi è successa, da quando vengo qui, è che la prima volta che sono entrata mi è stato detto che la parola più importante è il rispetto. Il rispetto per qualunque forma di vita e per gli animali. La cosa più importante è che si è deciso di dare voce a questi problemi e a diffondere un po’ di rispetto che forse manca oggi, attraverso un linguaggio universale che è quello della musica, perchè la musica arriva a chiunque, anche a chi non vuole sentire. E’ un modo di entrare nei cuori e di sensibilizzare molti cuori che magari non sarebbero toccati da determinate problematiche.

Roberta Orrù: “Con Pier Paolo Cirillo abbiamo iniziato la nostra collaborazione per quanto riguarda il cd animalista un po’ di tempo fa, lui ha scritto delle canzoni fantastiche, io ne ho interpretate alcune, una di queste sarà la colonna sonora del concerto di sabato e si intitola “Please Save My Life”. Si chiede soltanto di salvare una vita ed io sarò lì per quello, per cantare questo brano, per urlare questo messaggio, ma non sarà solo compito mio, ma anche degli Animalisti Italiani e di tutti gli artisti che saranno su quel palco e sarà l’inno e un urlo di pace di tutte le associazioni e di tutte le persone che saranno presenti. Noi non chiediamo che questo. Salvare una vita qualunque essa sia, perchè la vita di un animale è importantissima come qualsiasi altra vita.

Massimo di Cataldo: “Sono contento di condividere questa passione che ho sin da bambino per gli animali. Non sono mai stato in situazioni di quelle che, come dire, finiscono per “ista”, perchè  tutte le cose che finiscono per “ista” in qualche modo mi disturbano un po’. Questa però è una situazione un po’ diversa, nel senso che più che un animalista mi sento un animaliano, cioè nello stesso tempo amante degli animali e amato. Gli animali ci danno moltissimo… cerchiamo di ricambiare. Non è che si può cambiare da un giorno all’altro le abitudini di un’intera umanità, abitudini molto sbagliate che nel tempo sono diventate aberrazioni. La sovrapproduzione di carni e l’impoverimento stesso dei territori, per creare cereali per dare da mangiare a degli animali per fare più carne, è una cosa molto triste. Mi fa molto piacere partecipare a questa manifestazione, la sento con il cuore ed è per questo che sono qua.

Matteo Gabbianelli dei Kutso: “Sono felice di partecipare, l’importanza di queste iniziative è di ricordarci che gli animali non sono delle cose, ma sono degli esseri viventi che hanno le loro esigenze. La cosa grave è quando l’animale entra nel meccanismo della mercificazione, una catena che mette in conto anche lo spreco, c’è il reso, quello che scade, quello che avanza e quindi tante vite vengono veramente sprecate, perchè un conto è mangiare e poi ci sono invece tutti gli animali che non arrivano a destinazione, muoiono durante il viaggio, oppure per qualsiasi cosa, dove la vita si esaurisce semplicemente dentro le scatole, nelle gabbie. Questo fa riflettere, inserire degli esseri viventi dentro una catena di produzione è una cosa che si utilizza per le cose e quando poi viene utilizzato per gli esseri viventi diventa veramente sconvolgente.

Anche noi di Gente Vip saremo presenti alla manifestazione, non ci resta che darvi appuntamento a domani per il primo concerto per i diritti degli animali che vi riserverà anche moltissime sorprese. Tra gli artisti Daniela Poggi, Ivana Spagna, Fiordaliso, Valeria Rossi e tanti altri. Importantissima la presenza della grande icona del cinema e del teatro italiano Franca Valeri, la quale arriverà intorno alle 18 e che ha fortemente voluto partecipare. L’importante è esserci tutti, divertirci ed è l’occasione per cambiare la storia: “Animali liberi!“. Noi ci saremo! TU? #FAILADIFFERENZA

Credito foto: Fabrizio Bettinelli

LASCIA UN COMMENTO