Il campionato di Serie A è ricominciato con la prima giornata del 2015 e con tutte le gare disputate non c’è stato modo di annoiarsi. Tanti gol, molte polemiche e risultati arrivati davvero a sorpresa. Per cominciare, ad aprire il nuovo anno è toccato a Lazio e Sampdoria di scena allo stadio Olimpico lunedì 5 gennaio alle 20.45. I biancocelesti hanno piegato gli uomini di Mihajlovic con tre reti firmate da: Parolo (38esimo del pt), Felipe Anderson (41esimo del pt) e Djordjevic (22esimo del st).

La Roma batte l'Udinese, contestato il gol di Davide Astori
La Roma batte l’Udinese, contestato il gol di Davide Astori

Campionato: 17esima giornata di Serie A

Il giorno dopo il match dell’ora di pranzo è stato affidato all’Udinese e alla Roma, con la vittoria della squadra capitolina grazie ad un gol di Astori al minuto 17 del primo tempo. Una rete che ha scatenato numerose polemiche in merito alla scelta di utilizzare la tecnologia e accertarsi quando la palla effettivamente entra nella porta. Alle tre del pomeriggio, ci sono stati tanti i gol, tranne nei campi di Chievo – Torino e Empoli – Verona finite entrambe 0-0.
A Genova l’Atalanta ha buttato via i tre punti facendosi riprendere dalla squadra di casa (2-2), poiché prima i bergamaschi si erano portati in vantaggio doppiamente prima con Zappacosta al 37 del primo tempo e poi nella ripresa al quarto minuto con Moralez. Nonostante ciò, i rossoblù prima hanno accorciato le distanze con un calcio di rigore siglato da Iago Falque al sesto del secondo tempo e poi hanno pareggiato con Matri al minuto 24. Stessa sorte è toccata al Milan, che, però, ha perso in casa rimontato dal Sassuolo (1-2). Non è bastato, infatti, il gol di Poli al nono del primo tempo, visto che prima al 28esimo ha pareggiato Sansone e poi è toccato a Zaza al 68esimo portare avanti i neroverdi, che hanno conquistato tre punti importantissimi.

Palermo Show: umilia il Cagliari con cinque gol

In Sicilia, allo stadio Barbera, i tifosi hanno assistito a uno show del Palermo che ha rifilato cinque gol al Cagliari. La squadra sarda che, dopo l’esonero di Zeman, è allenata da Gianfranco Zola ha subito una bruttissima sconfitta. I rosanero hanno aperto le danze con Morganella al sesto del primo tempo, quattro minuti ha raddoppiato Munoz e al 33esimo il terzo sigillo è giunto con il rigore di Dybala. Quest’ultimo nel secondo tempo ha segnato ancora al 72esimo, ma a terminare definitivamente la serie di reti è stato Barreto al minuto 85. Il Parma, invece, ha vinto contro la Fiorentina in casa guadagnando tre punti che significano molto per la difficile situazione della squadra di Donadoni. La gara al Tardini è terminata 1-0 con la rete di Costa al dodicesimo del primo tempo.
Dopo la fine delle partite delle 15, alle 18 il Napoli ha giocato in trasferta contro il Cesena vincendo 4-1: a sbloccare la gara della formazione azzurra è stato Callejon al 29esimo minuto del primo tempo; a seguire hanno segnato anche Higuain (41 1t e 27 st) e Hamsik (19 st) e infine è arrivata anche una sola rete del Cesena con Brienza al trentesimo del secondo tempo. A chiudere la 17esima giornata di campionato è toccato a Juventus e Inter: il derby d’Italia è finito in parità (1-1). I bianconeri sono andati in vantaggio subito grazie al gol del solito Tevez al quinto minuto. Nella ripresa la squadra di Mancini ha livellato il risultato con Icardi al minuto 19, vittima durante la partita degli insulti del compagno Osvaldo (per colpa di un passaggio non effettuato nei suoi confronti davanti la porta).

Il Calendario e il prossimo turno di campionato

A questo punto la situazione in classifica è leggermente cambiata: la Juventus è sempre prima (40) ma la Roma sale a -1 (39) seguono insieme al terzo posto Lazio e Napoli a 30 punti, dietro a 27 le due squadre genovesi, Sampdoria e Genoa (27). In coppia vanno anche Milan e Palermo a 25, 24 la Fiorentina, 23 il Sassuolo, a 22 sia l’Inter sia l’Udinese, poi a 18 Torino e Verona. Il Chievo segue a 17 punti e a 16 l’Atalanta, le ultime tre in classifica sono: il Cagliari a 12 e il Parma aggancia il Cesena, entrambe sono perciò a 9.
Dopo la giornata di questa settimana, già da sabato proseguirà il campionato con il 18esimo turno di serie A: alle 18 il 10 gennaio scenderanno in campo Sassuolo e Udinese, e alle 20.45 Torino e Milan. Domenica 11 alle 12.30 ci sarà Inter – Genoa, alle 15 invece: Atalanta – Chievo, Cagliari – Cesena, Fiorentina – Palermo, Verona – Parma, Roma-Lazio e Sampdoria – Empoli. Il big match della sera sarà disputato allo stadio San Paolo da Napoli e Juventus.

LASCIA UN COMMENTO