Nel mondo della musica italiana non ce n’è per nessuno, o almeno così sembra per quanto riguarda i concerti che più sono andati alla grande quest’anno: Vasco Rossi è infatti l’unico artista italiano ad essere presente nella classifica Billboard 2014 tra gli artisti che più hanno incassato quest’anno per biglietti venduti.

Vasco Rossi, è lui il cantante italiano che ha guadagnato di più
Vasco Rossi, è lui il cantante italiano che ha guadagnato di più

Sono 26 i milioni di dollari, circa 20 milioni di euro, quelli che Vasco è riuscito a portarsi a casa grazie alle sue sette date tra l’Olimpico e San Siro, sbaragliando gli artisti americani più in voga del momento. La rivista americana specializzata nel settore musicale prende infatti in considerazione nomi che dal vivo infiammano: Dave Matthews Band che raggiunge quota 21 milioni di dollari con le venti date distribuite tra Usa e Canada,  7 milioni per Michael Bublè, 2,2 milioni per Prince e solo 1,2 milioni per Miley Cyrus. Insomma per Vasco è un record grandissimo considerando che ha potuto contare solo sul pubblico italiano, finendo in una classifica mondiale: anche se non è riuscito a spodestare dal primo posto i Rolling Stones che hanno raggiunto 78,2 milioni con il loro tour mondiale ospitando quindi circa poco meno di mezzo milione di fan, il risultato del Blasco è ben rilevante. Mick Jagger e compagni non sono certo così facili da mettere in crisi, parliamo di colossi della musica internazionale.

E ciò che ancora è più sorprendente è la crescita del pubblico rispetto ai concerti precedenti, un vero schiaffo morale a chi continua a dire che Vasco non tira più. Anzi si pensa già ad un bis e ad un raddoppio di biglietti venduti, che chissà non aiutino Vasco a raggiungere un primato nel prossimo anno, dato che i Rolling Stones saranno fuori servizio. Nel frattempo Vasco può concedersi una piacevole vacanza con i suoi 391 mila biglietti venduti, preparandosi per Settembre, mese nel quale dovrebbe finalmente arrivare il tanto atteso nuovo album.

LASCIA UN COMMENTO