Nelle ultime ore sulla sua pagina Facebook Vasco Rossi, che nei giorni scorsi ha tenuto i fan con il fiato sospeso per dei presunti problemi di salute, ha scritto: “Assumo (da tempo) un cocktail di antidepressivi, psicofarmaci, ansiolitici, vitamine e altro, studiato da una equipe di medici, che mi mantiene in questo ‘equilibrio accettabile'”. Il cantante, recentemente, ha rivelato di avere il “mal di vivere”, ma sembra non aver perso la sua verve durante un’intervista rilasciata a Red Ronnie che uscirà a settembre e che riapre il capitolo Ligabue


La polemica è scoppiata quattro mesi fa quando sulla bacheca Facebook di Vasco Rossi è apparso questo post: “Caro Liga, quando avrai scritto anche tu quasi duecento canzoni e avrai pubblicato sedici album inediti potrai essere messo sul mio stesso piano. Devi mangiare ancora un po’ di polenta prima di poterti confrontare con me. L’unica sfida che accetto è un duello all’ultimo s-a-ound, la mattina all’alba, dietro il convento delle Carmelitane Scalze. Lascio a te la scelta delle armi. Ricorda che io sparo solo al cuore. Vasco”. Ne è nato subito un giallo e in molti si sono chiesti se il massaggio fosse stato scritto veramente dalla rock-star. Ora Red Ronnie, durante un’intervista che uscirà a settembre (uno stralcio è stato pubblicato sulla pagina Facebook dello stesso Vasco Rossi), ha domandato alla star della musica: “Si dice che tu abbia scritto su FB che Ligabue deve mangiare ancora molta polenta prima di potersi confrontare con te”. All’inizio, il cantante ha fatto il vago (“Ma dai? Qualcuno ha scritto che Ligabue deve mangiare ancora molta polenta prima di potersi confrontare con me?”), ma quando l’intervistatore ha insistito, chiedendogli se fosse stato o meno lui a scriverlo, ha risposto: “Perchè dovrei scrivere delle banalità così ovvie”. Poi, a una domanda più diretta, Vasco Rossi non ha usato mezzi termini: “Penso che sia un bicchiere di talento in un mare di presunzione”. Il rocker, con questa dichiarazione, non ha certo gettato acqua sul fuoco sulla polemica scoppiata quattro mesi fa e fa sorgere qualche dubbio sulla paternità del post.
Per quanto riguarda il suo malessere, Blasco ha precisato che “non è depressione, ma male di vivere e visto che mi permette di scrivere le canzoni che scrivo, mi sembra che il prezzo valga molto molto la candela”.


LASCIA UN COMMENTO