E’ un Vasco Rossi forte, carico, quello di “Sono Innocente” con questo rock che in molti già hanno definito malinconico e il singolo di poco anticipa l’album, “Come Vorrei“, ce l’ha lasciato intendere ampiamente. Ma è il Vasco di sempre, che analizza la realtà per quello che è, una realtà che non ci piace e ci va stretta ma alla quale non possiamo che cercare di rispondere, naturalmente a modo nostro. “La realtà fa schifo, ma è questa e dobbiamo tenere duro“, dice il Blasco in una frase che molto probabilmente sintetizza tutto il nuovo album.

Vasco Rossi presenta il nuovo album Sono Innocente al Medimex di Bari
Vasco Rossi presenta il nuovo album Sono Innocente al Medimex di Bari

L’album uscirà ufficialmente il 4 Novembre, ma l’anteprima tenuta al Medimex di Bari, di cui Vasco in questa edizione ha rappresentato davvero la perla più preziosa e imperdibile ha già dato un ampio assaggio di questo suo diciassettesimo lavoro della sua carriera. E anche la presentazione, per lui che confessa di non amare le conferenze stampa ma di preferire la performance, è stata alla Vasco: interventi minimi, qualche aneddoto e qualche confessione, per dire che il Vasco di oggi è un po’ diverso da quello di ieri. L’energia e la musica però conservano ancora quell’aurea magica, quella di un uomo che dell’arte ne ha fatto una religione.

Grande curiosità naturalmente lo ha suscitato il titolo, dal sapore ironico, e anche qui ritroviamo il Blasco di sempre e lo lascia spiegare al brano a cui è ispirato il titolo dell’album: “Sono innocente ma qui qualcuno è sempre pronto a  giudicare qualche incidente di gioventù che ancora mi fa male. Sparatemi ancora, così vedremo chi cade, chi perde, chi ruba”, questo un estratto del testo.

Accanto al nuovo album di Vasco, i collaboratori di sempre come Guido Elmi e i musicisti Stef Burns, Vince Pastano e il batterista Glen Sobel, quest’ultimo nuovo acquisto. L’appuntamento con Vasco è a pochissimi giorni con l’uscita di Sono Innocente e poi naturalmente comincerà l’attesa per scoprire le date del tour 2015.

LASCIA UN COMMENTO