Periodo di confessioni per le star e in particolare Robbie Williams ne ha non poche da raccontare, dedito anche lui ad una vita sregolata che non manca di trasgressioni. Dopo aver raccontato di come la famiglia, una compagna e la nascita della figlia lo abbiamo cambiato, spunta qualche scheletro dall’armadio. L’ex cantante dei Take That confessa: “Ho rischiato di morire per colpa di droga e alcol. Sono salvo per miracolo. Una volta ho sentito intorpidirsi il braccio sinistro, potevo fare la fine di Heath Ledger”, ha affermato in un’intervista al Weekend Daily Mail.

Robbie Williams parla del suo passato tra droga e alcol
Robbie Williams ha confessato che per la droga ha rischiato di morire

Insomma Robbie Williams non scherza, anche se in realtà le sue parole confermano il gossip inarrestabile che nel periodo d’oro della sua carriera da solista lo vedeva protagonista di feste e abusi di sostanze di ogni tipo. Non ha mancato di sottolineare ancora una volta di come l’arrivo della figlia Theodora Rose lo ha cambiato, un dono che gli ha permesso di cambiare rotta: “Sono stato fortunato, un paio di volte sono stato sul punto di morire a causa dell’abuso di ogni tipo di sostanza. Ora mi prendo cura di me ma in quel periodo sapevo che probabilmente sarei morto presto. Semplicemente non mi interessava”, ha dichiarato il cantante.
Un nuovo capitolo quindi si è ormai aperto nella vita di Robbie che il 19 Novembre torna infatti con un nuovo album tutto swing e con molti testi scritti proprio da lui dopo il successo di “Take the Crown”, dal titolo “Swings both ways” dove duetta con grandi nomi della musica tra cui non poteva certo mancare Michael Bublè che ha modernizzato il genere, e ancora Kelly Clarkson, Lily Allen e Rufus Wainwright. C’è tanta curiosità e attesa dato che Williams esplora per la prima volta un genere a lui tutto nuovo.

LASCIA UN COMMENTO