Paola Iezzi, artista, cantante, produttrice e oggi anche dj, nella sua continua esigenza di evolversi, distinguersi, sperimentare e tentare strade nuove e diverse si mette di nuovo alla prova nella produzione di un EP dal sapore internazionale ricercando un sound e un’espressione artistica ed estetica molto differente da tutto quello che esce in italia. Il 6 novembre è uscito ‘ i.Love‘ il nuovo Ep di tre cover per il mercato digitale, arricchito da 4 remix, nuova fatica della cantante e dj Paola iezzi. Sono brani scelti dall’artista unicamente per il desiderio di reinterpretare alcune canzoni del repertorio internazionale, molto amate dalla cantante. Da qui il titolo i.Love (Io Amo).

Esce il nuovo Ep di Paola Iezzi dal titolo i.Love
Esce il nuovo Ep di Paola Iezzi dal titolo i.Love

i.Love‘ fa riferimento anche al linguaggio delle nuove tecnologie e social media, che fanno oramai parte della vita di tutti noi, e alle quali l’artista stessa è molto appassionata. La prima cover è la oramai celeberrima “Get Lucky” dei Daft Punk. L’artista ne propone una versione più lenta e ricca di atmosfera e sospensioni armoniche, ma con un andamento sempre fedele al “mondo daft”, funkeggiante, anche se è un “funk” molto più vicino agli anni ’80 che ’70 e questa è la particolarità, oltre all’uso della voce che non è “falsettata” ma è suadente, gioca su tonalità molto basse e sensuali, a volte quasi “gutturali”. Gli arrangiamenti sono curati da Michele Monestiroli (Aka Cat Paradox). Seguono altre due cover che appartengono al repertorio degli anni ’80. Periodo storico musicale molto amato dall’artista. “The Sun Always Shines On Tv” degli A-Ha e “Live To Tell “ di Madonna.

Paola Iezzi ci vuole riproporre entrambe le canzoni in versione “electro-western-country”. Gli arrangiamenti sono curati da Cristiano Norbedo e Andrea Rigonat (produttori che vantano importanti collaborazioni con eccellenti artisti italiani come Elisa, Marco Mengoni, Tiziano Ferro, Francesca Michielin e altri ancora). L’immagine di copertina realizzata a New York e firmata dal fotografo e regista di moda Paolo Santambrogio. A fare da sfondo ci sono i grattacieli della città. I grattacieli della città si ergono come moderni ‘totem’ e l’artista appare come uno sciamano indiano dei tempi d’oggi, che, con le mani giunte, sembra raccolto in preghiera sotto un cielo color vaniglia.

LASCIA UN COMMENTO