Non lasciarmi mai sola è il nuovo singolo di Marco Rettani, secondo brano tratto dal nuovo disco Solo per le favole d’amore, titolo anche del suo ultimo libro. Per questo lavoro si è avvalso della collaborazione di due ospiti d’eccezione: Ornella Muti e Patty Pravo, entrambe amiche del cantante. “Il singolo – racconta Marco Rettani –  Non lasciarmi mai sola si avvale del featuring dell’ultima diva della musica Italiana, Patty Pravo. Una collaborazione che nasce da una vera amicizia e quindi da un suggerimento della stessa Patty Pravo che, leggendo in anteprima il manoscritto dell’ultimo mio romanzo, ha rivissuto una trama da lei già raccontata in un pezzo meraviglioso presentato al festival di Sanremo 2009, E io verrò un giorno là“.

Ornella Muti con
Ornella Muti con Marco Rettani 

Ornella Muti e Patty Pravo nel nuovo singolo di Marco Rettani

ornella muti
Matteo Basilè, Ornella Muti e Marco Rettani

La stessa Patty Pravo in una recente intervista, a proposito della collaborazione con Marco Rettani, ha dichiarato: “Ho respirato, immergendomi nella trama di questo libro, emozioni simili a quelle provate interpretando quel pezzo, ed è stato per me istintivo suggerire a Marco il titolo del suo nuovo romanzo. Marco, da abile autore, oltre che trovare perfetto il titolo, ha anche ripreso in mano la mia E io verrò un giorno là trasformandola e riadattandola al correre narrativo del suo racconto, componendo poi una canzone completamente nuova, Non lasciarmi mai sola, che ho voluto, per un tratto, accompagnare con un mio featuring”. Marco Rettani è cantante, scrittore, ma anche autore e compositore musicale. Ha pubblicato due album, Nel nome del Padre e Solo per le favole d’amore, e ha scritto diverse canzoni per artisti internazionali. Le sue grandi passioni sono l’arte, è infatti anche collezionista d’arte, la musica e la letteratura. Il brano Non lasciarmi mai sola è stato scritto da Marco Rettani e Andrea Cutri ed è arrangiato da Luca Leonori e Domenico Scuteri. Il videoclip che vede come protagonista Ornella Muti è del regista Matteo Basilè.

LASCIA UN COMMENTO