Giovanni Pellino, in arte Neffa, festeggia l’uscita del suo nuovo album “Resistenza”, con il grande successo del singolo “Sigarette”, apripista per un sicuro record di vendite dell’album stesso. Neffa, sempre legato alle tematiche sociali, ha dichiarato come il suo attuale album faccia riferimento alla resistenza come a un grido di umanità.

Neffa nuovo album Resistenza
Neffa
Neffa nuovo singolo Sigarette
Neffa nuovo singolo Sigarette

A chi gli sottolinea come la canzone “Sigarette” sia stato un tormentone, Neffa risponde: “Ma quale tormentone, è una canzone che parla di un alienato, un uomo che ha perso amore e speranza di rivedere la sua donna. Nessuna canzone mi ha mai emozionato come questa”, e sulla scelta del titolo dichiara: “Il titolo “Sigarette” non è stato certo una scelta furba, ho pensato alle conseguenze soprattutto sui bambini… ma sono le canzoni a fare me, io vado dove va la musica e le mie canzoni più belle vengono da sole, non sai da dove, io le definisco figlie degli alieni, perché non so spiegare da dove vengano”.

Interpellato da Tgcom24 il cantante spiega anche come abbia inserito nella canzone Dubai” quel viaggio a New York mai fatto e quella voglia di andare a vivere proprio lì. “L’unico Paese dove la musica è davvero considerata per quello che è. Stare in Italia è stato difficile. Molta gente dopo che ho smesso di fare rap non è mai più stata in grado di ascoltare le mie canzoni senza preconcetti”.

Il cantante elogia il successo degli artisti di valore, con un bagaglio o una capacità professionale rilevante, ma nello stesso tempo non accetta che lo stesso valore venga sottolineato solo dalle apparizioni sui social. “Se non hai follower, visualizzazioni, tweet, non sei nessuno. Siamo tutti troppo attaccati allo Status”. E la sua Resistenza è quindi anche e soprattutto questo “un canto di denuncia e di protesta. Viviamo in un mondo tecnologico dove tutto è bellissimo, ma sforziamoci di pensare anche all’umanità”. Come? “Sogno un mondo in cui tutti tirino su le mani ad un concerto senza che nessuno te lo dica…”

Questa è la resistenza di Neffa, una lotta mano nella mano con le emozioni giornaliere nell’affrontare il proprio cammino e nel parlare senza limitazioni.

LASCIA UN COMMENTO