Certe questioni che tanto ci ricordano pagine difficili dei libri di Storia, sembrerebbero incredibili eppure ancora oggi accadono e precisamente in Finlandia dove politica e musica potrebbero scontrarsi, al punto tale da mettere in discussione la realizzazione di due concerti già da tempo sold out e tra i più attesi. Ad essere a rischio sarebbero le date in Finlandia di Justin Timberlake e Miley Cyrus. Ecco perché. La crisi in Crimea sembra poter compromettere anche il settore musicale, a dichiararlo è Billboard che sottolinea che i rapporti economici ostili tra l’America e la Russia andrebbero a toccare affari che vanno ben oltre i due paesi. Infatti ci si potrebbe chiedere cosa c’entri la Finlandia. L’Arena di Helsinki è infatti proprietà di tre personaggi russi, Gennady Timchenko e i fratelli Akady e Boris Rotenberg, che non sarebbero molto graditi al Presidente Obama.

Miley Cyrus e Justin Timberlake concerti a rischio in Finlandia
Miley Cyrus e Justin Timberlake concerti a rischio in Finlandia

Essendo russi l’agenza Live Nation America, che organizza i concerti di Miley Cyrus e Justin Timberlake, non potrebbe pagare l’affitto ai tre proprietari essendosi fatti spinosi i rapporti tra America e Russia per la questione della Crimea. Si pensa intanto a come poter sciogliere al meglio la situazione, cercando di salvare gli show: tra le possibili soluzioni quella più concreta sarebbe cedere i diritti della trattativa alla Live Nation UK che potrebbe trattare con i tre russi. Una soluzione plausibile ma non attuabile facilmente perché il contratto è stato firmato mesi prima della crisi in Crimea, e gli avvocati devono verificare sulla retroattività delle sanzioni. Tuttavia sembrerebbe essere l’unica via d’uscita dal momento che sdoppiare il concerto in due serate sarebbe impossibile dato il calendario pieno delle due star statunitensi, e spostare i concerti in un impianto diverso sembrerebbe proprio l’ultima ipotesi dato l’immediato esaurimento della vendita dei tagliandi.

LASCIA UN COMMENTO