Dopo la vittoria ad X-Factor 2013 e l’importante contratto con Sony Music, il giovane Michele Bravi ha idee chiarissime su quale piega dovrà prendere la sua carriera musicale. Nonostante i suoi vent’anni, un’età in cui generalmente un giovane vuole coltivare sogni di gloria e non perdersi neppure un’occasione, possiamo ben dire che Michele Bravi è un ragazzo con la testa sulle spalle. Parafrasando il suo album, “A piccoli passi” il cantante ha deciso di non prendere parte al Sanremo di quest’anno proprio per concentrarsi al meglio sul suo primo lavoro discografico, per il quale si è avvalso della collaborazione di Tiziano Ferro, Giorgia e Luca Carboni.

Michele Bravi presenta il suo primo album A piccoli passi
Michele Bravi presenta il suo primo album A piccoli passi

Il cantante infatti ha spiegato a Tgcom 24 come mai non abbia puntato immediatamente al Festival di Sanremo dopo la sua vittoria ad X-Factor, scelta che in genere ci si aspetta dai concorrenti che vincono il talent: “E’ stata una mia scelta precisa. Ho aspettato un po’ di tempo, sette mesi, subito dopo aver vinto X-Factor, per lasciar scivolare via la notorietà e dedicarmi alla scelta dei pezzi da inserire nel disco. Voglio che il pubblico mi conosca per quello che sono davvero”, ha tenuto precisare Bravi, impegnato dal 10 Giugno 2014 a proporre la sua prima fatica.

Un album molto speciale quello di Michele Bravi perchè in questo tempo il cantante ha elaborato anche dei suoi testi, e non si è semplicemente limitato a interpretare pezzi scritti da altri per lui. Ha infatti sottoposto a Michele Canova diversi testi scritti da lui, tra cui è stato scelto “Prima di dormire”. Il sogno di Michele è quello di arrivarci a Sanremo, magari anche l’anno prossimo ma con un brano scritto interamente da lui: “E’ un palco importante, forse il più importante che abbiamo in Italia. Andandoci non ho proprio nulla da rischiare o perdere ma devo avere il brano giusto, lo devo per il rispetto che ho per la manifestazione e per me stesso”.

LASCIA UN COMMENTO